banca rotta falso in bilancio crollo sistema monetario

10 febbraio, 19:13 #MADRID, [ questo giudice è interessante! ora, lui mi deve condannare, tutta la LEGA ARABA, che, fa morire schiavi dhimmi sotto l'egida dello ONU! e poi, mi deve condannare Rothschild, e i suoi poteri occulti massonici, che, hanno rubato, la sovranità monetaria dei popoli! ] La magistratura spagnola, ha formalizzato, un ordine internazionale, di cattura e detenzione, per, il genocidio in Tibet, nei confronti dell'ex presidente cinese, Jiang Zemin, dell'ex premier Li Peng e altri tre ex dirigenti del Partito comunista cinese. il provvedimento, annunciato a novembre, ma rispetto al quale, il magistrato dell'Audiencia Nacional, di Madrid Ismael Moreno, aveva inizialmente preso tempo, si fonda sulle accuse di genocidio, tortura e lesa umanità.

9 febbraio, 21:10. Stereotipi obsoleti ostacolano il dialogo tra la Russia e gli USA. Foto: RIA Novosti. [ come, i politici sono stati drogati, tanto da non capire, il fondamentale? parlano, come se, la storia dipendesse da loro, mentre, sono i satanisti di: kerry 322, Bush, 666 Rothschild: ad avere il controllo: Spa, del Fondo Monetario internazionale, e di tutte, le loro istituzioni private, Bildenberg, Trilaterale, ecc.. e poteri occulti e massonici, ecco perchè, voi siete tutti morti! perché, non è possibile, fare conoscere, banca rotta, falso in bilancio, tutto, il crollo del sistema monetario, parassitario e devitalizzante! ] Le relazioni tra la Russia e gli Stati Uniti sperimentano oggi un periodo non tanto facile, ma per niente il peggiore. Mosca e Washington hanno un enorme potenziale per interazione il quale per ora non è utilizzato appieno. L'ha dichiarato ambasciatore straordinario e plenipotenziario della Federazione Russa negli Usa Sergey Kisliak in un'intervista concessa a La Voce della Russia, Rossijskaya gazeta, agenzie giornalistiche ITAR-TASS e RIA Novosti alla vigilia della Giornata del diplomatico (10 febbraio). La Russia e gli USA – sono i paesi con interessi globali e serie possibilità. Ciò obbliga essi a interagire per una serie di questioni globali internazionali. E anche se negli ultimi tempi nel dialogo tra i due paesi sono sorti alcuni notevoli fattori irritanti, come ad esempio il caso di Edward Snowden, non si può affermare che ora le relazioni sono in fase di crisi. Mosca e Washington continuano interazione produttiva in tali campi come la soluzione della crisi siriana o la soluzione del problema nucleare iraniano. Ciononostante bisogna riconoscere che il potenziale per l'interazione bilaterale non viene utilizzato appieno, ritiene Sergey Kisliak: Tra di noi, purtroppo, non si sviluppano praticamente i contatti tra i legislatori di tutt'e due paesi. E qui devo dire che la parte russa non ne ha alcuna colpa: i nostri deputati sono sempre stati aperti e interessati a tali contatti. Nello stesso tempo l'atteggiamento del Congresso nei confronti della Russia è la causa di assenza di tali contatti. Beh, quasi praticamente sono assenti. E ciò è triste. Poiché senz'altro il dialogo tra i legislatori è uno strumento importante per lo sviluppo d'interazione tra i paesi. Tornando al tema dei fattori irritanti sorti nel dialogo tra Mosca e Washington, l'ambasciatore fa ricordare lo scandalo scoppiato alla fine dello scorso anno. Allora le autorità degli USA hanno accusato un gruppo dei diplomatici russi di aver stipulato illegalmente assicurazioni mediche e aver ricevuto mezzi per il pagamento dei parti in base al programma Medicaid. Sergey Kisliak ha fatto notare che queste accuse sono state soltanto parzialmente giustificate. E a quei diplomatici, effettivamente colpevoli, sono già state applicate le misure di punizioni disciplinari. Nello stesso tempo nel corso dello scandalo è venuto a galla che i servizi americani, esaminando i conti degli addetti della missione diplomatica russa, hanno violato la Convenzione di Vienna sull'immunità diplomatica. Le storie del genere non favoriscono il miglioramento delle relazioni bilaterali, le quali già in gran parte sono appesantite dagli stereotipi ereditati dall'epoca della guerra fredda. Sergey Kisliak nella sua intervista ha affrontato anche uno dei temi politici più caldi – la situazione in Ucraina. Secondo le sue parole, non ci sono stati negoziati speciali tra i capi della diplomazia della Russia e degli USA sulla questione. Durante ogni incontro tra Sergey Lavrov e John Kerry però, e gli incontri del genere sono stati frequenti negli ultimi anni, si discutono tutti i problemi globali d'attualità:
Tutti noi siamo interessati affinché qualsiasi decisione sul futuro dell'Ucraina non sia presa dalla gente in strada con "cocktail Molotov" in mano, ma tramite discussioni politiche e il dialogo tra le forze politiche dell'Ucraina. D'altronde noi vediamo quanto è forte il desiderio in Occidente (e gli USA non fanno eccezione) di dettare o suggerire – chiamatelo come volete – ai nostri amici e vicini ucraini che cosa fa bene per loro e che cosa fa male. Nello stesso tempo, ha sottolineato Sergey Kisliak, nessuno in Occidente ha espresso la valutazione negativa univoca delle azioni degli oltranzisti ucraini che picchiavano e bruciavano i poliziotti. Nello stesso tempo è evidente che se qualcosa di simile fosse accaduto in Europa allora la reazione sarebbe stata ben diversa.

Papa Francesco riconosce l'esistenza di una lobby gay in Vaticano.
11 giugno 2013, 21:51
Il 25 novembre Vladimir Putin incontrerà in Vaticano Papa Francesco.
24 novembre 2013, 21:06
Papa Francesco crea commissione contro la pedofilia.
5 dicembre 2013, 22:20 [ l potente loggy gay Onu, ha chiesto al Vaticano, di rinunciare alla sua dottrina sullo aborto? è qualcosa di veramente inquetante! ] dove non è riuscito nessuno ad bbattere il FMI-NWO? ci riusciranno i gay, infatti, Rothschild è già nella merda!

[ il mio diritto inalienabile. è che tu abbia lo Stato Laico! ] L'Iran non perderà nulla dei successi raggiunti nel nucleare. Lo ha dichiarato Ali Akbar Salehi, capo dell'Organizzazione dell'energia atomica iraniana in un incontro con il comandante dell'Aviazione. "Se l'Iran percepirà violazioni di obblighi da parte delle controparti che sono stati raggiunti nei negoziati relativi all'arricchimento dell'uranio fino al 20%, potrebbe tornare sulle posizioni di partenza in poche ore,", ha dichiarato Salehi. Oggi il vice ministro degli Esteri iraniano Majid Takht-Ravanchi aveva riferito, che, Teheran non ha intenzione di chiudere nessuno dei suoi impianti nucleari perché considera l'arricchimento dell'uranio un suo diritto inalienabile.

L'appoggio incondizionato degli Stati Uniti ai ribelli siriani, la maggior parte dei quali legata ad Al Qaeda , non è una politica saggia, ha dichiarato Michael McCaul, Al tempo stesso il politico ha sottolineato, che, gli Stati Uniti non provano simpatia per il presidente siriano Bashar Assad. Rispondendo ad una domanda, su chi possa prendere parte al processo di risoluzione del conflitto in Siria, McCall ha indicato il presidente russo Vladimir Putin, sottolineando il suo ruolo decisivo, avuto nella distruzione dell'arsenale chimico siriano, e nei negoziati sulla questione nucleare iraniana. Quando, il Presidente siriano Bashar Assad, vedrà che, il suo Stato non è più minacciato da invadenze, esterne, lui lascerà spontaneamente, la guida del Governo, per dedicarsi a questioni sulla sicurezza del Paese... anche se, lui avesse un suffragio universale? si dimetterà! ma, la sua destituzione non può essere una imposizione dall'esterno, soprattutto, il questo regime massonico, di nuovo ordine mondiale.

18 luglio 2013, I follower Twitter del Papa riceveranno l'assoluzione [ io condivido tutto questo ] [] anche io Unius REI, posso perdonare i peccati di tutto il genere umano, se volessi, e se ce ne fossero le condizioni, perché, la mia giurisdizione politica è universale, e perché, io sono un politico del Regno di Dio! [ecco come si realizzera la profezia di Ezechiele 37. 1 La mano del Signore fu sopra di me e il Signore mi portò fuori in spirito e mi depose nella pianura che era piena di ossa; ecc.. ]  I follower del profilo Twitter di Papa Francesco potranno ricevere l'assoluzione dei peccati direttamente dal capo della Chiesa romana, con questa dichiarazione è intervenuto il Vaticano. L'assoluzione dai peccati può essere data per esecuzione di alcuni "compiti". In particolare, i follower dovrebbero andare al Festival dei giovani cattolici che si terrà a Rio il 22 luglio o seguire l'evento in tempo reale su Twitter.
Attualmente il micro blog del Papa ha 2,5 milioni di follower.

Consegnate da Lavrov a Kerry le prove del coinvolgimento dei ribelli siriani nell'attacco chimico. 26 settembre 2013, [] e quale è il senso di questa stronzata? sono stati proprio loro, a dare le armi chimiche, ai ribelli di Al Qaeda. Arabia Saudita, non può portare avanti, i suoi crimini, ed i suoi complotti da sola, nel Nuovo Ordine mondiale del Grande Fratello 666 micro-chip ] [ allora, muori! cane di uno schiavo dhimmi, sotto l'egida dello ONU!

iran: sperimentati due nuovi missili. Uno balistico con testata a frammentazione e uno a guida laser [] ragazzo, ti mancano le testate nucleari, soltanto, dopo tu sei pronto, per la conquista del mondo, insieme, a tutta la tua LEGA ARABA, perché, questa tua storia, della tua inimicizia, contro, la ARABIA SAUDITA, è una storia, che, tu puoi dare a bere, a tutti, ma, non a me! non siete tutti, allo stesso demonio idolo mecca, che, voi vi piegate? Quindi, esiste un solo demonico Califfato Mondiale! non ha detto Macchiavelli, "lo sopo giustifica i mezzi"? Questa vostra inimicizia? è fittizia! strumentale, funzionale, alla conquista del mondo! e soltanto, i satanisti Illuminati anglo-americani, Spa, FMI, Banca Mondiale, sistema massonico, possono, fingere, di credere alle vostre stronzate! perché, a loro, il vostro sporco gioco, piace!

Thailandia: buddista uccisa e bruciata. Da ribelli musulmani. Una vendetta per l'uccisione di 3 bambini. 10 febbraio, 10:14. BANGKOK, [] quel manico religioso, del king SAUDI ARABIA, si diverte troppo, in queste cose, lui vive per questo. ma, io credo che nessuna identità religiosa, debba più comparire, sui documenti delle persone in tutto il mondo, quindi, bisogna condannare, entrambi, sia lo Stato confessionale ( LEGa ARaBA), come, lo Stato secolare (i farisei satanisti, 322, bildenberg, del NWO-FMI 666).

Magdi Cristiano Allam    segreteria@ioamolitalia.it ? lol. ma, sono 4 anni, che, io cerco di iscrivermi, al tuo partito, inutilmente. i tuoi segretari? che so? saranno stati pagati da Rothschild, Spa Bildenberg?
lorenzo_scarola@fastwebnet.it Magdi Cristiano Allam [2 anni fa] Per iscriversi al Movimento Politico IO AMO L'ITALIA visita il sito ioamolitalia.it, nella sezione 'Aderisci ad ALI' o invia un e-mail a segreteria@ioamolitalia.it

Marò: Ue implicazioni non solo per Italia, [ non so, perché, l'India ha deciso di scavare un abisso, tra lei, e la comunità internazionale. ma, io dico: "non sono anche, loro, i massoni satanisti, del FMI-NWO? quelli, che, comprano come, traditori, i soldi da rothschild Spa, corporation, soldi dati, prestati, ad interesse? ed allora, questa è la truffa, di un complotto, mondiale, per realizzare la: nuova guerra mondiale. perché, Rothschild Spa, Banca mondiale, ha disperatamente bisogno, di una guerra mondiale, per, non dichiarare, banca rotta, fallimento. ] Ashton, ma per tutti paesi impegnati in attività anti-pirateria. 10 febbraio, #BRUXELLES, La cosa che "preoccupa di più" è l'applicazione delle leggi anti-terrorismo al caso dei marò, perché "questo ha enormi implicazioni per l'Italia, ma anche per tutti i paesi impegnati nelle attività anti-pirateria". Lo ha detto la rappresentante per la politica estera europea Catherine Ashton rispondendo ad una domanda in conferenza stampa.

10 febbraio, 19:15 #PARIGI, [tutti quelli, che, seminano calunnie, dovrebbero essere arrestati.] [ anche se, tutti noi abbiamo un mulo egoista, che, deve essere sempre controllato, con, morso e briglie! ] "La direzione del Washington Post smentisce formalmente" la notizia che starebbe lavorando a uno scoop su una relazione tra Obama e Beyoncé: è quanto si legge su VanityFair.fr, che cita Kristine Coratti, direttrice della comunicazione del WP. "Posso dirvi che è falso", dice, aggiungendo: "Il Post non prepara articoli" di questo tipo. La notizia era stata diffusa dal noto paparazzo francese Pascal Rostaing a radio Europe 1.

[ lettera aperta al mio PRESIDENTE, Giorgo Napolitano] io credo, che le Banche debbano essere nazionalizzate, e che il DEBITO PUBBLICO, deve essere respinto, perché, non esiste un valore contrattuale in colui che crea il denaro dal nulla, e lo vende agli stati, dietro il corrispetivo di un interesse! se, tu non hai questo coraggio, di dare "impeachment", contro, il fondo monetario internazionale, noi saremo costretti, ad andare, alla nuova truffa, di una terza guerra mondiale, nucleare! tu hai vissuto, come, un traditore, della Costituzione, e della sua sovranità, ma, tu puoi morire, come, un eroe! ti prego, non andare allo inferno. ] [ Napolitano, complotto? soltanto fumo! Ho ricostruito i fatti, sono storia di un anno tormentato. 10 febbraio, [] Colle, in 2011 maggioranza era logorata. questi veri fatti, soli della storia reale del Paese. [gli risponde questo articolo contraddittorio, tra, il titolo e il contenuto del messaggio] FI, sì a "impeachment" se, si vota domani. Procedere in fretta sarebbe una grave e sospetta forzatura. 10 febbraio,  ROMA,  "Se domani si dovesse arrivare al voto sulla manifesta infondatezza" della richiesta di messa in stato d'accusa del capo dello Stato "noi voteremo no". Lo dice il senatore FI e componente del comitato 'impeachment' Lucio Malan, che, aggiunge: "Questa sarebbe una grave forzatura. Noi abbiamo chiesto più tempo, perché, sarebbe oltremodo sospetto chiudere tutto domani".

fare passare, le Pussy Riot, per degli intellettuali, ancora peggio per dei politici, è la operazione più tragicomica, e criminale, che, il sistema massonico, delle Banche, Spa, Centrali Troika, alias, Rothschild corporations, poteva pensare. ]] [ in realtà il loro ambito, più naturale, è quello di fare filmini pornografici!

P.Chigi,mai parlato contrarietà bad bank ] [ Di tale prospettiva ne aveva parlato il governatore Visco [] finalmente, un poco di coerenza criminale! e chi ha mai sentito parlare, di: good bank? [] 1. solo lo Stato, può emettere denaro, 2. soltanto lo Stato, può essere il proprietario di ogni banca.. infatti, la proprietà del denaro, allo atto della sua emissione, è del popolo, e non di Rothschild, il commerciante di schiavi!

10 febbraio, #BERLINO, [ è fortunato quel ragazzo di Putin, finché, le blasfeme, sacrileghe, puttane pussy, gli fanno critiche? lui vincerà sempre! Questo significa due cose: 1. gli omosessali controllano il NWO, 2. e se, Putin, aveva prigioniere politiche? poi, proprio loro, le pussy-pussy, bordello bildenberg, non avrebbero potuto uscire, dal carcere.. loro sono la dimostrazione, di tutte le loro menzogne!  ] Le Pussy Riot sbarcano alla Berlinale, e, attaccando Putin duramente, annunciano di voler entrare in politica. Il primo passo, sarà quello di fondare un'organizzazione, per la liberazione dei prigionieri politici, in Russia, 'Zona del diritto'. "Si' cercheremo di entrare, in Parlamento a Mosca", hanno detto, Nadeschda Tolokonnikowa (24 anni) e Marija Aljochina (25) durante, una conferenza stampa in vista di un gala che si terrà stasera, promosso dal festival, dedicato, al tema 'cinema for peace'.

10 febbraio, [ purtroppo, una congiura massonica, Bildenberg, ci ha fatto diventare, la merda. cioè, qualcosa senza identità, una società impersonale, pensiero debole, secolarismo, edonismo, materialismo, nichilismo, un relativismo, che è anarchia, in questo contesto, deprivante, di farisei anglo-americani, Illuminati, del fondo monetario internazionale, che, hanno rubato la sovranità monetaria, noi siamo diventati una società vulnerabile, noi siamo, tutti in pericolo! non siamo più in grado di aiutare noi stessi, come, noi possiamo aiutare gli altri? noi siamo il giusto terreno di conquista, per LEGA ARABA! ] Svizzera: Le Pen, è strada da seguire (ANSA), PARIGI, 10 FEB, La leader del Fronte Nazionale, Marine Le Pen, ha lanciato un appello ai francesi affinché seguano l'esempio della Svizzera, dopo la vittoria del sì al referendum anti-immigrazione. "Gli svizzeri danno prova di grande buon senso", ha esultato Marine Le Pen, intervistata da Radio Europe 1: "Del resto, mi piacerebbe che si potesse seguire l'esempio e penso che se ci fosse un referendum in Francia sullo stesso tema, i francesi voterebbero largamente per lo stop all'immigrazione di massa".

lorenzojhwh Unius REI
 
Slovacchia. Chieste in Slovacchia modifiche alla Costituzione in favore del matrimonio. Le associazioni cristiane in Slovacchia hanno chiesto nei giorni scorsi alle più alte autorità statali di introdurre un paragrafo nella Costituzione per la tutela del matrimonio come unione tra un uomo e una donna. «La difesa del matrimonio e della famiglia non può essere subordinata agli interessi di alcune persone o gruppi politici. Siamo convinti che questa questione riguardi tutti i cittadini. La proposta è positiva, non esclude né discrimina nessuno, ma sostiene la stabilità costituzionale dell'istituzione del matrimonio come fonte di benessere per tutti gli abitanti della Slovacchia». Intanto, da lunedì prossimo, in tutta la Slovacchia sarà celebrata la quarta edizione della Settimana nazionale del matrimonio, con il motto "Il matrimonio è più di un contratto". L'obiettivo è quello di promuovere i valori della fedeltà e del matrimonio per tutta la vita che sono alla base di ogni famiglia stabile. Nel 2013, migliaia di volontari hanno contribuito all'organizzazione degli eventi. L'Osservatore Romano, 8 febbraio 2014.

lorenzojhwh Unius REI
 
fratello uomo, sorella donna, la fine della famiglia naturale, e la artificiale ascesa del gender, imposta sui popoli, dai nazisti Bildenberg, un gruppo di massoni omessuali, che, hanno preso il potere nello ONU, per fare uccidere, gli schiavi dhimmi dalla loro LeGA ARABA, dei loro diritti umani!

lorenzojhwh Unius REI
 
Petizione in difesa della Famiglia. Firma e diffondi questa petizione a difesa della libertà d'opinione e della libertà religiosa. Si sta strumentalizzando il contrasto all'omofobia per condannare al silenzio chi non vuole introdurre il matrimonio omosessuale. Destinatario: Al Presidente della Repubblica, ai Presidenti di Camera e Senato, ai Presidenti dei gruppi di Camera e Senato: " Egr. Presidente, in nome della Costituzione italiana (art.29) le chiediamo di difendere la famiglia, unione fondata su un uomo e una donna, da ogni iniziativa legislativa che punti a demolirla, nello specifico:, legge contro l'omofobia;, legge sul matrimonio tra persone dello stesso sesso;, adozioni di bambini da parte di coppie dello stesso sesso;, educazione all'ideologia gender e linee guida Oms sull'educazione sessuale nelle scuole."

lorenzojhwh Unius REI
 
Una legge contro la pubblica opinione [ la dittatura omosessuale del gender, per il sorgere, della nuova umanità sintetica del NWO, come ideologia evoluzionista, la fine della sessualità nel genere umano. ] Category: etica Creato 07 Febbraio 2014 Hits: 24 EDIMBURGO, 7. Nonostante il parere contrario espresso dal 64 per cento dei cittadini, il Parlamento scozzese ha dato il via libera alle unioni omosessuali. Come era già accaduto, lo scorso luglio, in Inghilterra anche a Edimburgo sono stati alcuni gruppi politici, sociali e culturali a volere, a tutti i costi, una legislazione contro la quale hanno firmato oltre cinquantamila persone, in tutta la Scozia, e che è stata contrastata, fino all'ultimo momento, dalle due più importanti religioni del Paese, quella cattolica e quella presbiteriana. Sono stati, infatti, bocciati diversi emendamenti che puntavano a proteggere individui e istituzioni che sostengono la concezione naturale del matrimonio. Secondo l'arcivescovo di Glasgow, monsignor Philip Tartaglia, «non è possibile predire, con precisione, quale impatto la legislazione sui matrimoni gay avrà sulla società in generale o sulla comunità cattolica. Non sembra che essa costringerà i sacerdoti cattolici o la Chiesa a celebrare matrimoni con persone dello stesso sesso. Tuttavia, non possiamo escludere l'eventualità che, in futuro, alcuni individui, inizino un'azione legale contro un sacerdote cattolico o la Chiesa perché non accettano di celebrare matrimoni gay». Quando il Governo ha lanciato il progetto di consultazione, il 64 per cento delle persone interpellate si sono dette contrarie ai «matrimoni omosessuali», la percentuale più importante mai raccolta fino a oggi in un sondaggio popolare. Eppure i partiti scozzesi, dallo Scottish National Party, il più importante, che si batte per l'indipendenza scozzese, a quello laburista, ai liberaldemocratici, ai conservatori e ai verdi, hanno tutti votato a favore della legge. «Siamo preoccupati — ha spiegato John Deighan, che rappresenta la Chiesa cattolica al Parlamento scozzese — perché sono a rischio la libertà di praticare la propria religione e di esprimere la propria opinione. A chi lavora nel settore pubblico come assistenti sociali, infermieri, pompieri, poliziotti, potrebbe venire chiesto di promuovere, in vari modi, i matrimoni omosessuali e queste persone potrebbero perdere il lavoro se si rifiutano di farlo. Ancora più grave — ha aggiunto — il fatto che la legge comincerà a diffondere l'idea, tra le persone, che non è necessario avere un padre e una madre e, col tempo, assisteremo a un'ulteriore frammentazione della vita familiare come diretta conseguenza di questa nuova mentalità». Secondo Deighan, «esiste uno scontro tra i valori religiosi e una società secolarizzata. La Secular society che rappresenta chi non crede in Dio, ha proposto che i genitori possano scegliere le lezioni di religione per i propri figli mentre, in questo momento, queste ore d'insegnamento sono date per scontate. Sono sempre i sostenitori della secolarizzazione a volere che vengano esclusi, dagli enti educativi dove si decide dei programmi scolastici, i rappresentanti della Chiesa cattolica e di quella presbiteriana». © Osservatore Romano, 8 febbraio 2014

lorenzojhwh Unius REI
 
Cosa è questo? un debito, che, la Chiesa è costretta a pagare, al sistema massonico, come, nel film di Mission? [ 29 gennaio 2014] Nessuna misericordia per i Francescani dell'Immacolata. [la chiesa orizzonale, Bildenberg, contro la Chiesa Trascendente] [Massimiliano Maria Kolbe è stato, mandato ad Auschwitz, per la seconda volta! un sacerdote polacco, frate francescano conventuale, che si offrì di prendere il posto di un padre di famiglia, destinato al bunker della fame nel campo di concentramento di Auschwitz] (di Cristina Siccardi) Questo è «il tempo della misericordia», la Chiesa «deve andare a curare i feriti», deve «trovare una misericordia per tutti… ma non solo aspettarli: andare a cercarli! Questa è la misericordia» (Papa Francesco, Conversazione in aereo, 28 luglio 2013). Questo è «il tempo della misericordia» per dei poveri davvero poveri, che hanno fatto della povertà la loro scelta di vita per essere più simili a Cristo: i Francescani dell'Immacolata. Tuttavia il silenzio del Papa nei loro confronti è assordante e di ciò le persone se ne avvedono, anche se non ispira, per il momento, i titoli delle prime pagine dei quotidiani. In migliaia e migliaia ormai si conosce la loro limpida storia, che parla da sé: legittimamente vivono la Chiesa (senza distrazioni mondane) e legittimamente hanno iniziato a celebrare in Vetus Ordo (liberalizzato e lodato da Benedetto XVI). Questo abbracciare la Fede in maniera determinante ed esclusiva ha creato due forze contrapposte: da una parte ha attirato moltissime vocazioni (sia nel ramo maschile che in quello femminile), andando a nutrire le anime di una grande quantità di fedeli, e dall'altra ha creato turbative, invidie e gelosie, soprattutto nel clero. Afferma Papa Francesco che la vicinanza della Chiesa è essenziale, «perché la Chiesa è madre, e non conosciamo una madre per corrispondenza. (…). Quando la Chiesa, impegnata con mille cose, trascura questa vicinanza, trascura ciò e comunica solo con i documenti, è come una madre che comunica con suo figlio con le lettere» (Intervista alla Tv Brasiliana "O Globo", 28 luglio 2013). Nella Chiesa si stanno evidentemente usando due pesi e due misure: la Chiesa è madre per alcuni e per altri, che vivono nella mitezza e nella purezza di cuore, comunica con "lettere" di diffidenza, astio, alterigia e prepotenza, come ha ampiamente dimostrato padre Fidenzio Volpi fin dall'inizio dell'infausto commissariamento dell'Ordine (11 luglio 2013). I documenti che egli ha prodotto, uniti alle malignità diffuse dallo sparuto gruppo dei Francescani dell'Immacolata, insoddisfatti delle direttive dei loro Superiori, e alle parole e alle azioni prive di carità di Padre Alfonso Bruno F.I. nei confronti dei suoi confratelli, sono la schiacciante prova di quella che può considerarsi a buon diritto una delle più gravi persecuzioni spirituali e morali perpetrate in seno alla Chiesa. «Forse abbiamo ridotto il nostro parlare del mistero ad una spiegazione razionale; nella gente, invece, il mistero entra dal cuore»; «A volte, perdiamo coloro che non ci capiscono perché abbiamo disimparato la semplicità, importando dal di fuori anche una razionalità aliena alla nostra gente. Senza la grammatica della semplicità» la missione della Chiesa «è destinata al fallimento». Forse la Chiesa è apparsa «troppo lontana», «forse troppo fredda … forse troppo autoreferenziale, forse prigioniera dei propri rigidi linguaggi» (Discorso all'Episcopato brasiliano, 27 luglio 2013). È a conoscenza il Papa che i Francescani dell'Immacolata sono vicinissimi alla gente? Le anime accorrono quando la Fede è vissuta nella povertà di orgoglio e di superbia. «Gesù diede calore al cuore dei discepoli di Emmaus. Vorrei che ci domandassimo tutti, oggi: siamo ancora una Chiesa capace di riscaldare il cuore?» (Ibidem). I Francescani dell'Immacolata sono riusciti a riscaldare i cuori… e Padre Volpi ha vibrato la sua scure su di loro. Questa vicenda (ripercorsa nel libro Un caso che fa discutere. I Francescani dell'Immacolata, appena pubblicato da Fede & Cultura) resta aperta come una profonda piaga e lo resterà, anche dopo che sarà eseguita la sentenza che alcuni hanno già scritto prima del processo. La destituzione e la dispersione, anche geografica, di coloro che detenevano le redini dell'Ordine sono state avviate e, ormai, quasi concluse, per porre nei posti di comando i frati rivoluzionari.
Per corazzare il decreto dell' 11 luglio scorso, il Cardinale João Braz de Aviz della Congregazione per i Religiosi, si è munito di un'approvazione specifica del Pontefice (ricordiamo che l'approvazione specifica è riservata ai documenti dottrinali o disciplinari destinati alla Chiesa universale), togliendo in tal modo ai Francescani dell'Immacolata ogni possibilità di ricorso al Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, dove, forse, si sarebbe potuto presumere un atteggiamento maggiormente equanime, avendo tale Tribunale come Prefetto il Cardinale Raymond Leo Burke. D'altro canto, irrituale è stata la stessa visita apostolica, svolta da Monsignor Vito Angelo Todisco, che, vista la sua esperienza giovanile nei Francescani dell'Immacolata e la sua amicizia con i frati ribelli, non si sarebbe neppure dovuto nominare e che, comunque, se nominato si sarebbe dovuto astenere. Tale mancanza di correttezza e di sensibilità, sia giuridica che etica, è stata uno dei primi campanelli d'allarme che sarebbero dovuti risuonare nella mente di tutti i protagonisti non offuscati dall'ideologia modernista del potere. Con un solo questionario, studiato minuziosamente per ottenere un risultato già deciso in partenza (senza visite dirette nelle case e né interrogatori, almeno ai Superiori delle case stesse), si è consumata una vera e propria farsa, dal sapore tragico, macchinata scientificamente. Il comportamento di padre Volpi è in antitesi con gli appelli alla misericordia e alla tenerezza di Papa Francesco; rimuovendo padre Volpi (come hanno richiesto 8000 persone firmando la petizione promossa da Corrispondenza Romana) e cancellando il suo iniquo operato, il Sommo Pontefice compirebbe un atto di giustizia parzialmente riparatoria, in quanto le ferite ed i danni all'immagine della Chiesa, provocati da tali iniqui comportamenti, permarranno per lungo tempo. Non basta chiudere i conventi per tacitare le anime e le coscienze. Tale sistema è stato spesso adottato da padre Volpi, il quale, di fronte all'incapacità di dirimere le situazioni, preferisce abbattere e sopprimere: si pensi che, quando era Superiore provinciale dei Cappuccini, chiuse ben venti case nel Nord Italia ed oggi ha chiuso tre conventi dei Francescani dell'Immacolata nella sola diocesi di Albenga-Imperia. Fuori dalla verità e dalla giustizia non possono esistere misericordia e carità, ma solo il crudele arbitrio del potere, in qualunque modo lo si voglia ammantare. (Cristina Siccardi)
lorenzojhwh Unius REI
 
Si è finalmente svolto il convegno sul Gender in Campidoglio. Malgrado il nubifragio che imperversava su Roma, e l'invito del Comune di Roma a non uscire di casa, oltre 200 persone hanno affollato il 31 gennaio la Sala della Protomoteca in Campidoglio, dove si è svolto l'atteso convegno organizzato dall'Associazione Famiglia Domani sul tema Ideologia del gender: quali ricadute sulla famiglia?. Pubblichiamo l'ampio servizio che ha dedicato a questo evento Giuseppe Rusconi su RossoPorpora . Venerdì 31 gennaio l'atteso convegno in Campidoglio: "Ideologia del gender: quali ricadute sulla famiglia?", promosso da "Famiglia domani", Pioggia battente ma duecento in sala, oltre a una ventina di membri delle associazioni lgbt, che hanno partecipato a loro modo alla serata (con fischi e muggiti), Relazioni chiare e stringenti nella loro logica di padre Carbone, Dina Nerozzi, Vittorio Lodolo D'Oria e Gianfranco Amato, Si vuole il totalitarismo, servo della grande finanza. Perciò si distrugge la famiglia. A mo' di premessa evochiamo sinteticamente le ultime gesta di Ignazio Marino, uno che aveva dichiarato di voler essere il "sindaco di tutti i romani" (e che, ad esempio, ha dimezzato i fondi per i viaggi scolastici della memoria della Shoah e addirittura annullato quelli nelle zone che videro esplodere la ferocia comunista titina contro gli italiani di Istria e Dalmazia, infoibati o costretti all'esodo). Allora: non contento di aver prima concesso, poi revocato, di nuovo concesso lo svolgimento in Campidoglio del convegno sul 'gender' promosso da "Famiglia domani"; non contento di aver trasformato le tradizionali luminarie natalizie in via del Corso in un arcobaleno di colori; non contento di aver issato la bandiera arcobaleno sul Campidoglio per una settimana a gennaio; non contento di aver dato luce verde al programma di indottrinamento 'pro-gender' ( "per contrastare il bullismo omofobico") in alcuni istituti superiori romani (lecosecambiano@Roma, che prevede anche un concorso "creativo" con premiazione ufficiale il 17 maggio); non contento di aver annullato (per ora in Commissione) l'esenzione dalla tassa dell'asilo nido per il terzo figlio; non contento di aver fatto approvare in commissione l'inutile nei fatti, ma culturalmente importante registro delle 'unioni civili' (leggi: 'gay'), se n'è uscito pochi giorni fa in video, sul suo sito, con un'esortazione degna di uno che tiene la democrazia in grande considerazione. Infatti, nel video, dopo aver parlato di "omofobia", passando all'approvazione in commissione del 'registro per le unioni civili', definita una "vergogna" il fatto che l'Italia non abbia ancora una legge in tal senso (in Europa "unico Paese insieme con la Grecia", menzogna), il "sindaco di tutti i romani" così si esprime al proposito: "Chi la pensa diversamente, chi ha visioni diverse, davvero dovrebbe ritirarsi dalla vita pubblica, perché vive in un'epoca passata, vive in un secolo che è stato ormai superato (…) Roma davvero non vuole confinarsi al passato, Roma vuole guardare al futuro". Noteremo qui soltanto che tra coloro cui Ignazio Marino (che vanta sempre i suoi rapporti con il cardinale Martini) vorrebbe negare il diritto di parola ci sono il cardinale vicario Agostino Vallini (chiara e netta, dura nei toni, la recente nota del Vicariato sul registro delle 'unioni civili') e lo stesso papa Francesco (di cui il sindaco proclama di essere ammiratore). Veniamo allora al Convegno di venerdì 31 gennaio in Campidoglio, posto sotto il titolo: " Ideologia del 'gender': quali ricadute sulla famiglia?", promosso dall'associazione "Famiglia domani" con l'aiuto prezioso di Lavinia Mennuni, consigliere comunale di centrodestra e già assessore nella giunta Alemanno. Annunciato per il 3 dicembre nella sala della Protomoteca, rinviato al 31 gennaio dopo la marcia indietro (il 14 novembre) del sindaco Marino pressato dai suoi sponsor delle associazioni lesbiche, gay, bisessuali e transessuali (lgbt), il Convegno ha visto la partecipazione di circa duecento persone a dispetto del tempo inclemente che da giorni avvolge la capitale. In sala anche una ventina di simpatizzanti lgbt, con triangoli rosa sui maglioni a evocare la reputata (da loro) analogia degli organizzatori con i nazisti che rinchiudevano gli omosessuali nei lager (ha detto il loro portavoce Andrea Maccarone a Repubblica.tv che il convegno "chiaramente di stampo omofobo mirava a sostenere tesi di odio"). I venti hanno alimentato l'atmosfera di tensione latente che si respirava in sala, bueggiando e fischiando in diverse occasioni affermazioni sgradite dei relatori: se ne sono andati nel momento in cui stava prendendo la parola il presidente dei Giuristi cattolici per la vita Gianfranco Amato, forse per spregio oppure sapendo di non riuscire a sopportare con un minimo di contegno quello che avrebbero dovuto ascoltare. Ai duecento partecipanti al Convegno (tra i quali non abbiamo notato sguardi truci, teste rasate, manganelli branditi, ma tanti giovani e anziani tranquilli ed anche alcuni sacerdoti e suore) ha rivolto dapprima un saluto Lavinia Mennuni, che ha espresso "profonda preoccupazione" per la politica del Comune di Roma in materia di famiglia e per l'indottrinamento lgbt, sotto il pretesto di lottare contro il 'bullismo omofobico', dilagante nella scuola (vedi il già citato progetto lecosecambiano@roma in alcune scuole medie superiori). In necessaria sintesi le relazioni del Convegno. Padre Giorgio Carbone: ideologia del 'gender' funzionale al nuovo totalitarismo. Nell'ideologia del 'gender' il genere sessuale non è dato una volta per tutte, ma è frutto di scelta, cultura, convinzione: è del resto un ruolo socio-psicologico intercambiabile a volontà, tanto che la stessa ideologia non viene definita precisamente, poiché occorre lasciare aperte possibilità oltre ogni limite. Le origini di tale ideologia si ritrovano nello strutturalismo (metà Anni Cinquanta), che "voleva destrutturare il passato per strutturare il presente". "Donna non si nasce, si diventa", scriveva Simone de Beauvoir. E il fine ultimo del successivo femminismo radicale statunitense era quello di cancellare la distinzione tra i sessi. Per fare questo bisognava delegittimare in primo luogo il ruolo maschile e paterno. Come scriveva Joan Scott "il ricorso alla biologia (…) rende più difficili gli appelli all'uguaglianza". Raddoppiava Mary O'Brien, per la quale "la maternità è una vera e propria trappola". Insomma l' ideologia del 'gender' "dissocia l'io dal suo corpo", perché "ciò che conta è la scelta del singolo". Troviamo così "natura contro cultura", con la prima considerata come un dato autoritario. Qui ha fatto notare il religioso domenicano che "volenti o nolenti, piaccia o no, ognuno può esercitare il proprio libero arbitrio solo nella dimensione storica in cui vive. Perciò è un'illusione proporre uno sganciamento del corpo dall'io". Padre Carbone ha poi trattato dei diversi significati di discriminazione (e qui spesso i fautori del 'gender' truccano le carte in tavola mescolando disinvoltamente il "distinguere" con l' "emarginare") e ha citato Erich Fromm sul tema dell'uguaglianza. Scriveva Fromm nel 1956: "La crescente tendenza all'eliminazione delle differenze è strettamente legata al concetto di uguaglianza". Uguaglianza degli automi, poiché "tutti obbediscono agli stessi comandi e tuttavia ognuno si illude di seguire i propri desideri". Ha rilevato qui padre Carbone il moltiplicarsi nella società dei casi di alcoolismo, tossicomania, manie sessuali, suicidio, sintomi tutti del grande vuoto lasciato da tale "uguaglianza". Il relatore, ordinario di bioetica, ha quindi citato il "Memorandum" dell'11 marzo 1969 redatto dallo statunitense Frederick Jaffe (vicepresidente allora della Planned Parenthood, attivissimo ente americano di derivazione eugenetica e impegnato nella politica di controllo delle nascite). In tale documento, redatto anche per l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), Jaffe (fondatore pure del "Guttmacher Institute") postula la riduzione della fertilità umana attraverso alcune misure precise. Tra le quali si notano: la ristrutturazione della famiglia, posticipando o evitando il matrimonio; l'alterazione dell'immagine della famiglia ideale; l'incremento percentuale dell'omosessualità; l'educazione sessuale obbligatoria dei bambini; politiche di penalizzazione della famiglia con figli. Oggi, ha evidenziato padre Carbone, tale memorandum si esprime con un dilagare di proposte conseguenti a quel preciso disegno. Il risultato è la formazione "di masse di individui che sono automi", un terreno molto favorevole al formarsi di "movimenti totalitari". Dina Nerozzi: il tentativo di cancellare le leggi della bioetica, della genetica, delle scienze naturali. L'ideologia del 'gender', ha subito evidenziato Dina Nerozzi, medico psichiatra, ha dichiarato guerra non solo alla natura, ma anche alla scienza, utilizzando il potere giudiziario che ormai detta l'agenda alla politica. Si sta devastando una civiltà plurimillenaria, a partire dalle teorie della Scuola di Francoforte (anni Venti) che miravano a sovvertire l'ordine sociale con una rivoluzione culturale. Negli Anni Cinquanta nasce il "politicamente corretto" e anche la scienza viene politicizzata: per John Money, "artefice della nuova etica progressista e anche apologeta della pedofilia", "uomini e donne non si nasce, ma lo si diventa sotto l'influsso ambientale". Le conseguenze sanitarie della rivoluzione sessuale si incominciano a concretizzare all'inizio degli Anni Ottanta: epidemie di polmonite, di sarcoma kaposi (dal nome dello scopritore, un dermatologo ungherese, patologia tumorale correlata all'Aids), della stessa Aids. Nel 1984, non a caso, vengono chiuse le Terme di San Francisco. Partono i programmi anti-Aids e tuttavia tra il 1992 e il 1996 l'Aids è la prima causa di morte tra i giovani statunitensi. Il business economico correlato è gigantesco: si pensi anche soltanto alle nuove medicine, ai nuovi vaccini, ai nuovi strumenti di cura. Affari grandi dunque per il cuore dell'impero, New York. Perché gli altri ormai contano poco o niente.
Vittorio Lodolo D'Oria: nel 1968 attacco alla scuola, nel 2013 alla famiglia. Vittorio Lodolo D'Oria, medico ematologo e vice-presidente dell'Associazione nazionale famiglie numerose cattoliche, premettendo che la famiglia si presenta come un incrocio, verticalmente tra generazioni, orizzontalmente tra generi, ha rilevato le differenze tra il '68' e i nostri giorni. Quasi mezzo secolo fa fu attaccata in primo luogo la scuola, oggi è la famiglia nel mirino degli artefici della rivoluzione culturale. Alcuni aspetti del parallelo. Nel '68' si volevano indottrinare gli studenti universitari, oggi i minori; la scuola fu l'obiettivo, oggi lo strumento; si voleva il sesso slegato dalla riproduzione, oggi la riproduzione senza sesso; la strategia era di piazza, oggi è subdola; venivano coinvolte le masse, oggi ci sono gruppuscoli ben finanziati; si operava cercando maggioranze parlamentari, oggi attraverso burocrati o funzionari dell'Unione europea; allora si puntava a riforme epocali, oggi si opera attraverso decreti, leggi, circolari; si voleva la distruzione della famiglia patriarcale, oggi si chiedono gli stessi diritti per ogni genere di convivenza. Il relatore, partendo dal 'Rapporto' dell'entomologo Kinsey (per il quale la bisessualità era il 'genere' migliore), ha poi ricordato i colossali proventi economici derivati dalla commercializzazione della pillola anticoncezionale: "Un business spaventoso, che trasforma i figli in Tamagochi".E ha evidenziato come le strategie lgbt vengano imposte anche agli italiani, pur non essendo mai state sottoposte a un voto. Ne è un esempio la famigerata "Strategia nazionale" in materia di omofobia elaborate dall'Ufficio nazionale antirazzismo in collaborazione con il dipartimento Pari Opportunità (retto dall'ineffabile viceministro montiano Maria Cecilia Guerra), che sono state trasmesse al Ministero dell'Istruzione, università e ricerca (Miur) per essere travasate nelle scuole italiane, con una spesa di 10 milioni di euro. Un vero e proprio indottrinamento, alla cui elaborazione sono state ammesse 29 associazioni lgbt, ma né le associazioni dei genitori né quelle degli insegnanti.
Gianfranco Amato: la legge anti-omofobia è liberticida. Ha concluso gli interventi (cui è seguita la risposta ad alcune domande del pubblico) l'avvocato Gianfranco Amato. Con la consueta, lucida passione il presidente dei Giuristi per la vita ha dapprima rievocato i motivi per cui la legge 'anti-omofobia' (ora in Senato, dopo l'approvazione tortuosa alla Camera) è inutile e pericolosa per la libertà di espressione. Una legge proposta solo per "mettere il bavaglio a tutti", in attesa di raggiungere l'obiettivo finale, di cui gli omosessuali sono semplice strumento: il business di lobby potentissime. Amato ha contestato, dati alla mano, che in Italia ci sia un' "emergenza omofobia", come fanno credere i giornaloni e le televisioni asservite alla nota lobby. Secondo una ricerca statunitense l'Italia è fra le dieci nazioni al mondo più 'amiche' degli omosessuali; i risultati di un'indagine dell'insospettabile Swg del giugno 2013 mostrano che gli italiani non considerano per niente gli omosessuali come nemici; dai dati forniti dalla polizia per il triennio 2010-2012 emerge che sono stati segnalati (segnalati, non accertati) in Italia 28 casi l'anno di presunta omofobia; da quanto si sa non è stato segnalato un solo caso di discriminazione nel posto di lavoro per ragioni omofobiche… insomma dov'è la fantomatica "emergenza omofobia" in Italia? Già oggi, ha rilevato Amato, "gli omosessuali hanno tutti gli strumenti per tutelare i loro diritti, garantiti dall'articolo 3 della Costituzione". E invece ecco la legge, "tipica degli Stati totalitari", perché mette a rischio gli articoli 19 e 21 della Costituzione (libertà religiosa, libertà di pensiero). Nel testo si vuole estendere la legge Reale-Mancino (contro il nazismo e il razzismo) all'omofobia. Un'aberrazione, perché allora non si potrà più dire, senza essere sanzionati, "che un uomo non può sposare un uomo". A tale proposito, ha detto il presidente dei Giuristi cattolici, il subemendamento Gitti "non salva proprio nessuna libertà d'espressione", poiché fuori dalle sacristie nessuno potrebbe più esprimere il proprio dissenso in materia. Anche per Gianfranco Amato siamo oggi confrontati con l'invadenza della nota lobby nella scuola. Ricordati i testi dell'Unar (direttive tipo 'Minculpop' per i giornalisti, inaccettabile strategia nazionale con cui indottrinare scolari e studenti), il relatore ha comunicato che i Giuristi per la vita hanno diffidato ufficialmente l'Unar, il Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio, il Miur dal proseguire con tali atti illiberali. Che sono ben sintetizzati nelle poche righe, quelle della legge 'contro l'omofobia' che "tende a punire il pensiero prima ancora che si manifesti". Puntando al 'bavaglio' per tutti i dissenzienti. A scanso di sanzioni pecuniarie, prigione e periodi di 'rieducazione' presso le sedi lgbt. Dice qualcosa?

lorenzojhwh Unius REI
 
Parlamento Europeo: riparte l'offensiva omosessualista. Gli eurodeputati tradiscono il popolo. (di Paolo Deotto su Riscossa Cristiana del 05-02-2014) Approvata la "relazione Lunacek". I potentati tanatofili sono scatenati: quello che preparano e per cui lavorano con energia davvero demoniaca è la distruzione della civiltà. Opporsi, con ogni mezzo, è un preciso dovere di tutti. Ne abbiamo brevemente già parlato ieri sera: il Parlamento Europeo ha approvato la "relazione Lunacek", così chiamata dal nome della eurodeputata austriaca del gruppo dei Verdi che l'ha proposta.  Questa relazione rappresenta la ripresa in grande stile dell'offensiva omosessualista, dopo che la "relazione Estrela" era già stata respinta dagli eurodeputati nello scorso mese di ottobre, anche per la pressione delle innumerevoli manifestazioni popolari di opposizione alle follie omosessualiste. Consigliamo ai nostri lettori di prendere visione dell'articolo sulla Bussola Quotidiana, dove viene ben evidenziato ciò che con ogni ragione si può definire il TRADIMENTO perpetrato da politici che o sono complici o sono incoscienti che votano senza capire cosa stanno facendo. Le elezioni europee sono alle porte: leggiamo con attenzione quanto è accaduto e regoliamoci in conseguenza. La "promozione" delle tendenze sessuali più svariate e innominabili al rango di  "diritti umani", in difesa dei quali si dovranno applicare anche sanzioni penali (mettendo il bavaglio a ogni dissenso) e sui quali dovranno essere indottrinati anche i bambini, già dalla scuola materna, rappresenta "una dittatura del massmediatico, del politicamente e del culturalmente corretto, che trova una tradizione cattolica ignorata dalla maggior parte dei giovani, ignorata perché la maggior parte di quelli che doveva parlargliene non gliene ha parlato in modo adeguato; trova una trama di vita sociale debolissima sul piano personale, sul piano della coscienza umana, sul piano della consapevolezza dei valori etici fondamentali; insomma trova un popolo disintegrato, che rischia di subire una dittatura senza neanche la nobiltà dell'opposizione". (S.E. Mons. Luigi Negri). Ovviamente è grande la soddisfazione dei rappresentanti delle varie associazioni che da anni vanno imponendo una visione della vita e dei rapporti affettivi che contraddice tutte le evidenze naturali. Flavio Romani, presidente nazionale dall'Arci-gay, gioisce e già sogna un mondo stralunato, dove le ossessioni e le patologie saranno "diritti" difesi da norme penali e dove ogni dissenso sarà schiacciato. Riportiamo un importante inciso dell'articolo della Bussola: "E qui sta tutta la pericolosità della relazione Lunacek. Nonostante essa resti giuridicamente non vincolante per gli stati membri (non bisogna smettere di ricordarlo), essa rischia di rappresentare una scusa per la prossima Commissione europea di aprire una discussione su una direttiva in questo ambito, realizzando una "legge Scalfarotto" comunitaria. La principale lobby gay, ILGA Europe, ha già esultato rivendicando la trasversalità politica del voto di ieri". Leggiamo con attenzione: la trasversalità politica del voto. Non è qui il luogo e il momento per chiedersi se e quanti assegni da trenta denari ciascuno siano in circolazione. Guardiamo ai dati di fatto e sappiamo, una volta in più, cosa sono le istituzioni europee: casse di risonanza delle potenti lobby. I cittadini, i loro reali bisogni, la difesa dei loro reali diritti, non trovano posto in queste congreghe di sciagurati. Dobbiamo difenderci e respingere con ogni mezzo questa offensiva omosessualista, il cui prossimo obiettivo è la corruzione della gioventù, la rovina morale, psichica e anche fisica dei nostri figli. A tal fine ricordiamo ancora il Convegno di sabato 8 febbraio a Padova, per la presentazione del Comitato "Nel nome dell'Infanzia". I potentati tanatofili sono scatenati: quello che preparano e per cui lavorano con energia davvero demoniaca è la distruzione della civiltà. Opporsi, con ogni mezzo, è un preciso dovere di tutti.

lorenzojhwh Unius REI
 
06 febbraio 2014, I vescovi croati contro l'"educazione sessuale" nelle scuole. (di Mauro Faverzani) Una nuova "oluja", "tempesta" ha invocato il vescovo ausiliare di Zagabria, Valentin Pozaić, ricordando il termine usato per indicare nell'agosto del 1995 l'azione armata condotta dall'esercito croato nella regione di Knin. E questa tempesta, ha spiegato mons. Pozaić, dovrebbe abbattersi contro coloro che oggi tentano d'introdurre l'educazione sessuale nelle scuole, in una parola il governo di sinistra croato, guidato da Zoran Milanovic. Nel corso di tre ore di lezione annue, si vorrebbero spiegare agli alunni, dalla terza elementare fino alla quinta superiore, le nozioni-base sulla sessualità, sulla parità e sui comportamenti adeguati; in realtà, si vorrebbero indottrinare i bambini all'ideologia "gender", in aperto contrasto con l'insegnamento della Chiesa. Dicendo loro, ad esempio, che la masturbazione non sarebbe peccato, che l'omosessualità non sarebbe né una malattia, né una perversione, che la contraccezione sarebbe il miglior rimedio per una gravidanza indesiderata. Esaltando, insomma, un'erotizzazione spinta e corrotta. In aggiunta a ciò, altri recenti provvedimenti assunti dal governo avevano già suscitato una ferma reazione della Chiesa cattolica: dalla decisione di cancellare l'ora di religione da alcune classi di scuola superiore, in vista di un'estromissione della materia dal programma, all'approvazione di una legislazione spinta a favore della fecondazione artificiale, dal tentativo d'introdurre i "matrimoni" e le adozioni gay alla legalizzazione dell'eutanasia e delle droghe cosiddette "leggere". Ed ora, anche l'educazione sessuale. L'Arcivescovo di Zagabria, Card. Josip Bozanić, giudica quello proposto alle giovani generazioni un modello pericoloso, imposto saltando la procedura democratica ed impedendo ai genitori d'esercitare il proprio diritto di scelta circa la partecipazione dei figli a queste ore di educazione sessuale. Il ministro dell'Istruzione, Željko Jovanović, responsabile dell'introduzione dell'assurdo provvedimento, ha già preannunciato, infatti, di considerare ingiustificate le eventuali assenze degli studenti alle lezioni in questione. Secondo quanto riportato dall'agenzia "Hina", il Card. Bozanić ha tuonato: «Chiunque abbia la responsabilità di altre persone e specialmente della gente comune, non può nascondersi dietro slogan, che nascondono soltanto un vuoto di contenuti, e il potere politico, che dovrebbe tendere alla verità cercando di risolvere i problemi sociali, così facendo rischia di condurre alla distruzione dell'uomo ed al male per la Croazia. Oggi è particolarmente doloroso assistere all'imposizione di interpretazioni della cultura e della civiltà, che tendono a tramutarsi in dittatura politica e ideologica e vengono realmente diffuse attraverso il sistema dell'educazione a bambini e ragazzi, cui viene insegnato che la libertà di scelta non ha nulla a che fare con onestà e sincerità, e viene completamente separata da altre fonti del sapere, che hanno la loro origine nella Parola del Signore». Altrettanto forte il parere del Vescovo Ausiliare, mons. Pozaić, che ha dichiarato in chiesa e nel corso di pubbliche manifestazioni: «Il nazismo è giunto al potere con elezioni democratiche, poi, abusando della legittimità del mandato ottenuto, ha imposto la dittatura e si sa come sia andata a finire. Serve ancora mettere in guardia sulla somiglianza con gli odierni comunisti in Croazia?». L'intera comunità diocesana ha reagito con forza alla protervia feroce del governo, affiggendo nelle strade della Croazia un manifesto, che ritrae un ragazzino con indosso la maglia nazionale, a scacchi bianchi e rossi, mentre urla: «Jovanović, in nome di Dio, lascia stare i nostri bambini!» e la scritta: «Lasciamo perdere l'educazione alla salute», citando l'art. 63 della Costituzione croata, là dove assegna ai genitori «il diritto e la libertà di decidere autonomamente sull'educazione dei figli». Si nota poi sul cartellone l'immagine della rivista «patriottica cristiana Nacija», nota per aver messo in guardia dai pericoli dello yoga, per essersi detta favorevole alla scomunica delle donne che abbiano abortito e per aver pubblicato le confessioni di persone liberatesi dall'omosessualità. Decine di migliaia di volantini dello stesso tenore sono stati distribuiti in chiese e supermercati, a scopo di una sempre più necessaria sensibilizzazione. Chiesa in prima fila, dunque, e non solo su questo fronte: l'associazione cattolica croata Vigilare ha chiesto e ottenuto che venisse ritirata la locandina teatrale dello spettacolo Fine mrtve djevojke ("Le belle ragazze morte"), messo in scena al teatro Gavella di Zagabria, poiché raffigurava due statuette della Vergine Maria abbracciate, alludendo all'argomento lesbico affrontato sul palco. Secondo il ministro della Cultura, Andrea Zlatar Violić, il messaggio sarebbe stato quello d'invitare al rispetto di chi sia «diverso dal punto di vista della maggioranza»; in realtà tutto questo ha estremamente irritato i fedeli, tanto da spingere il Sindaco di Zagabria, Milan Bandić, a ritirare quel manifesto blasfemo. Ed ancora: è stata proprio la forte opposizione scatenata dai Vescovi, ad impedire che nel nuovo codice di procedura penale fosse odiosamente cancellato il segreto confessionale, costringendo i sacerdoti all'obbligo di testimonianza. Due valutazioni emergono con chiarezza esemplare dall'intera vicenda: la violenza esasperata e la disonestà intellettuale con cui gli ideologi del "gender", occupati i posti di potere, cercano d'imporre le proprie aberrazioni, ciò che dovrebbe essere di monito anche in Italia; di contro, la fierezza, la dignità, la coerenza e l'aderenza al Vangelo di una Chiesa, pronta a testimoniare Cristo sempre e comunque. Ed anche questo dovrebbe suggerire qualcosa anche in casa nostra: la politica del compromesso, non paga: quella della fermezza, sì. Da che parte vogliamo collocarci? (Mauro Faverzani)

lorenzojhwh Unius REI
 
[ Papa Francesco un giovane, Padre Superiore, Provinciale, alla Consacrazione, del pane e del vino, cioè, delle Specie Eucaristiche, fa soltanto l'inchino, "per sue motivazioni "] FFI, consegnate le 8000 firme di Corrispondenza Romana, una nuova petizione internazionale è in rete. [ facciamo due pesi e due misure? ] Cresce la pressione sulla Santa Sede per far cessare lo scandaloso caso dei Francescani dell'Immacolata, sottoposti a un vessatorio commissariamento per il loro  attaccamento alla dottrina e alla liturgia tradizionale. Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno. (Mt. 24,35)

lorenzojhwh Unius REI
 
24 agosto 2013. Un quadro famoso, pensieri e angosce del suo autore, incubi di oggi. L'urlo e il gender (l'estate di Munch). «Siete mai stati in Norvegia? Lo sapete cosa vuol dire stare sul margine estremo, al Nord dell'Europa? Oh, certo, magari qualcuno di voi è venuto in vacanza, nella bella stagione, nelle lunghissime sere di giugno. Lo so benissimo, ci sono addirittura delle navi da crociera, piene di luci, con tanto di cabine di lusso, che percorrono i fiordi e approdano al porto della mia città, Oslo. Giorni magnifici, non discuto: i turisti sono entusiasti... Ma bisogna coglierli al volo: passano in fretta. Poi, le nuvole, la pioggia, il freddo, l'orizzonte che si fa grigio, la solitudine. Per me, cala l'angoscia. Ho il terrore di rimanere solo». Edvard Munch passeggiava con gli amici, quel giorno d'estate del 1893, sopra un ponte della città di Nordstrand. Cielo, mare, tramonto, tutto apparentemente calmo, solido. Un luogo straordinario, ambito da numerosi turisti. Eppure qualcosa interviene. Una percezione forte, un grido che sale dal profondo e tutto trasforma. «Il sole stava calando sul fiordo, le nuvole erano color rosso sangue. Improvvisamente, ho sentito un urlo che attraversava la natura. Un grido forte, terribile, acuto, che mi è entrato in testa, come una frustata. D'improvviso l'atmosfera serena si è fatta angosciante, simile a una stretta soffocante: tutti i colori del cielo mi sono sembrati stravolti, irreali, violentissimi. [...] Anch'io mi sono messo a gridare, tappandomi le orecchie, e mi sono sentito un pupazzo, fatto solo di occhi e di bocca, senza corpo, senza peso, senza volontà, se non quella di urlare, urlare, urlare... Ma nessuno mi stava ascoltando: ho capito che dovevo gridare attraverso la pittura, e allora ho dipinto le nuvole come se fossero cariche di sangue, ho fatto urlare i colori. Non mi riconoscete, ma quell'uomo sono io». ì, poche volte nella storia dell'arte si è riusciti a rendere in modo così efficace un grido, nel silenzio più assoluto della tela. Quest'uomo grida​ e, attorno, tutto si muove: acqua, spiaggia, cielo, montagne, imbarcazioni. Tutto è in preda a un relativismo assoluto, agghiacciante dove l'uomo perde la sua identità. Non mi riconoscete, ma quell'uomo sono io. Gli artisti, anche i più lontani da Dio e dal Mistero, hanno una percezione forte del futuro che ci attende. A volte hanno persino il dono della profezia: nascosto tra le pieghe della loro arte si cela un annuncio. Così per Munch. Non è questo dipinto, realizzato esattamente centovent'anni fa, la visione profetica di un estate come la nostra, dove tra le pieghe dei bagordi estivi si consuma uno degli atti più gravi della nostra storia? Sì, benché irriconoscibili, siamo noi quella maschera urlante che non trova altro sbocco della fuga in avanti.
Quell'uomo non ha un volto ben definito: non è uomo, né donna, pare la parabola del "gender". L'uomo classificato come genere, in attesa di definire la sua identità. Nel paesaggio tutto si muove, tutto è relativo e l'unica realtà rigida, stabile, è quel parapetto nero che, ahimè, esaspera ancor di più la corsa di quell'essere umano. Il punto focale del dipinto si trova dietro la maschera urlante. Sono gli amici di Munch, sono una coppia, un uomo e una donna anche loro neri, come il parapetto, come la loro anima inquietante. In quella coppia, fatta da un uomo e da una donna, non c'è amore, non c'è solidarietà verso il malcapitato che urla. Quest'uomo ha perso la sua origine, come ritroverà la sua fine? Apro le pagine dei giornali, apro Avvenire e leggo il grido inquieto dell'emergenza uomo, penso ai volti urlanti che appaiono sui giornali solo dopo il loro suicidio. Spesso pubblicizzati senza ritegno, talora strumentalizzati. Penso al Santo Padre che chiama ciascuno a una responsabilità personale, chiara e forte e precisa. Penso a tutto questo e rivedo l'Urlo di Munch. Un essere senza identità che trasforma il più bello dei tramonti in lacrime di sangue che ingombrano il Cielo. Quest'essere umano grida per me, per te che mi leggi, per noi. Che risponderemo? Maria Gloria Riva. ©riproduzione riservata

lorenzojhwh Unius REI
 
LA DIFESA DELLA VITA. Teoria del gender, l'esperta O'Leary. «Ideologia promossa a livello globale». Dale O'Laeary è da anni una delle giornaliste e conferenziere più impegnate negli Stati Uniti nel seguire gli sviluppi della cosiddetta teoria del genere o gender in inglese, secondo cui non c'è un legame biunivoco tra sessualità biologica e identità sessuale, e le sue applicazioni a livello legislativo. In Italia è conosciuta per il suo libro Maschi o femmine? La guerra del genere, pubblicato da Rubbettino nel 2006. Ieri è intervenuta al convegno dedicato a questo tema che si è tenuto al Centro pastorale Paolo VI a Brescia. Signora O'Leary, lei sottolinea come sia in atto una promozione organizzata della teoria del gender. Da parte di chi? Intanto dobbiamo parlare di diverse teorie del gender, non ce n'è una sola, e questo può confondere: ci sono teorie post-marxiste, o che vengono dal femminismo radicale, che sostengono che le differenze tra uomo e donna dipendono dai canoni della società e devono essere smantellate, mentre la comunità transgender sostiene che il genere è semplicemente quello in cui una persona si identifica. Per quanto riguarda l'esistenza di un'agenda del gender a livello internazionale, va ricordato che nel 2006 un gruppo di sedicenti esperti di diritti umani si incontrò a Yogyakarta, in Indonesia, ed elaborò un documento per promuovere l'inserimento del concetto di identità di genere nelle leggi antidiscriminatorie in tutto il mondo. Il momento di svolta, però, è avvenuto in occasione della Conferenza mondiale dell'Onu sulle donne a Pechino, nel 1995. Nella seconda versione del documento preparatorio che fu diffusa a marzo di quell'anno, il termine gender compariva quasi in ogni paragrafo. La cosa passò inosservata. I rappresentanti del mondo pro-life che seguivano i lavori erano concentrati sul problema dell'aborto e non si accorsero del fronte nuovo che si apriva. Mentre era già tutto chiaro, dall'assenza di riferimenti alla maternità, al ruolo di moglie o marito. Tutto era già proiettato al di là delle definizioni di uomo e donna. Da lì il concetto di gender, di identità di genere, è entrato virtualmente in ogni politica delle Nazioni Unite. «Lgbt» è l'acronimo con cui ha scelto di denominarsi la comunità di lesbiche, gay, bisessuali e transgender. Recentemente il «New York Times» ha dedicato un articolo a come negli Usa a questa sigla si siano aggiunte le lettere Q per queer, I per intersessuale e A per asessuale: Lgbtqia. Quante varianti si aggiungeranno in futuro? Quell'articolo è la dimostrazione del progressivo distacco dalla realtà. Come con la fantasia, non c'è un limite che si può fissare alla varianti dell'identità di genere. Sul deragliamento in atto, e su come la legge tenda sempre più ad assecondarlo, potrei citarle moltissimi esempi. Uno recente, sempre negli Usa, è quello di un college che ha difeso il diritto di uno studente transgender, adulto e con l'apparato genitale maschile, a usare lo spogliatoio e gli ambienti delle ragazze, nonostante le loro proteste e delle famiglie. Il tutto in base all'impegno della scuola contro le discriminazioni del genere. Non tutti sembrano pronti, anche nella Chiesa, ad affrontare questo problema. Lei cosa direbbe loro? Di fronte a persone che provano impulsi di tipo omosessuale o che sono entrati in una dimensione transgender, molti pensano che si tratta di "persone nate così". La prima cosa da tenere presente è che non c'è una base biologica o genetica per tutto ciò. Nella maggior parte dei casi si tratta di problemi che hanno origine in traumi dell'infanzia. E di fronte a queste ferite è importante offrire accoglienza e aiuto, anche ai genitori. Dobbiamo avere un cuore che sana, quanti pregano per le persone che soffrono per questi problemi?, mostrando misericordia, insieme a una prospettiva di guarigione e di speranza. Andrea Galli. ©riproduzione riservata

lorenzojhwh Unius REI
 
31 gennaio. Vescovi Triveneto: «Gender, offesa alla verità». La difesa, anzi la promozione della vita a tutto tondo. Dal sostegno delle famiglie impoverite dalla crisi al contrasto dell'ideologia del gender, passando per il no all'aborto, per il sì alle misure capaci di sollevare il sovraffollamento delle carceri e l'integrazione degli immigrati. In occasione della "Giornata perla vita" i vescovi delle 15 diocesi del Triveneto, coordinati dal presidente della Conferenza episcopale Francesco Moraglia, patriarca di Venezia, hanno preparato una nota pastorale che sottolinea come, in presenza di questioni gravi ed urgenti sul piano antropologico, il compito educativo della Chiesa sia «una missione chiave». È la prima volta che la Conferenza episcopale del Triveneto interviene con un messaggio così articolato e puntuale su tutte le emergenze, vecchie e nuove, legate al grande tema della famiglia e della vita, in tutta la complessità delle sue articolazioni. Con grave preoccupazione viene seguito il dibattito sugli "stereotipi di genere" e sul possibile inserimento dell'ideologia del gender nei programmi educativi e formativi delle scuole e nella formazione degli insegnanti. Riserve pesanti rispetto ad alcuni aspetti problematici presenti nell'affrontare in chiave legislativa la lotta all'omofobia, e soprattutto su «taluni non solo discutibili ma fuorvianti orientamenti sull'educazione sessuale ai bambini anche in tenera età», alle richieste di accantonare gli stessi termini "padre" e "madre" in luogo di altri considerati meno "discriminanti" e, infine, al grave stravolgimento, potenziale e talora, purtroppo, già in atto, del «valore e del concetto stesso di famiglia naturale fondato sul matrimonio tra un uomo e una donna». È necessaria da parte della Chiesa, spiegano i vescovi, «una testimonianza di carità e verità», soprattutto nella formazione delle nuove generazioni. E mentre riaffermano «la tutela e il rispetto» che si devono ad ogni persona, soprattutto se in condizioni di fragilità, i vescovi richiamano la «ricchezza insostituibile della differenza», specialmente quella fondamentale, tra "maschile" e "femminile", e la specificità assoluta della famiglia. Siamo, infatti, consapevoli, ribadiscono, che la differenza dei sessi è elemento portante di ogni essere umano ed espressione chiara del suo essere in "relazione"; «senza la comune salvaguardia delle "grandi differenze" vi è un grave e concreto rischio per la realizzazione di un autentico e pieno sviluppo della vita delle persone e della società». Netto, pertanto, il rifiuto di un'ideologia del gender che neghi di fatto il fondamento oggettivo della differenza e complementarietà dei sessi, divenendo anche fonte di confusione sul piano giuridico. Calda la sollecitazioni ai fedeli e alle comunità cristiane (ma non solo) a «non avere paura e a non nutrire ingiustificati pudori o ritrosie nel continuare ad utilizzare, anche nel contesto pubblico, le parole tra le più dolci e vere che ci sia mai dato di poter pronunciare: "padre", "madre", "marito", "moglie", "famiglia" fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna». Parole messe in discussione l'anno scorso a Venezia, con la proposta di una consigliera comunale di cancellare i riferimenti al padre e alla madre nei certificati scolastici. «Difendiamo e promuoviamo il carattere decisivo, oggi più che mai, della libertà di educazione dei figli che spetta, di diritto, al padre e alla madre aiutati, di volta in volta, da soggetti o istituzioni chiamati a coadiuvarli», insistono i vescovi, rigettando ogni tentativo ideologico che porterebbe ad omologare tutto e tutti in una sorta di deviante e mortificante "pensiero unico", sempre più spesso veicolato da iniziative delle pubbliche istituzioni". Il messaggio dei vescovi si conclude ricordando che la proposta cristiana punta al bene integrale dell'uomo e contribuisce in modo decisivo al bene comune e alla promessa di un buon futuro per tutti. Francesco Dal Mas. ©riproduzione riservata

lorenzojhwh Unius REI
 
14 ottobre 2011. LA PROVOCAZIONE. E dopo Marx venne il «gender». La teoria del genere è la nuova ideologia alla quale fanno chiaramente riferimento l'Onu e le sue varie agenzie, in particolare l'Oms, l'Unesco e la Commissione su Popolazione e Sviluppo. Essa è inoltre diventata il quadro di pensiero della Commissione di Bruxelles, del Parlamento europeo e dei vari Paesi membri dell'Unione Europea, ispirando i legislatori di quei Paesi che creano numerosissime leggi concernenti la ridefinizione della coppia, del matrimonio, della filiazione e dei rapporti tra uomini e donne segnatamente in nome del concetto di parità e degli orientamenti sessuali. Essa succede all'ideologia marxista, ed è al contempo più oppressiva e più perniciosa poiché si presenta all'insegna della liberazione soggettiva da costrizioni ingiuste, del riconoscimento della libertà di ciascuno e dell'uguaglianza di tutti davanti alla legge. Tutti valori sui quali sarebbe difficile esprimere un disaccordo. A questo punto si rende necessario sapere se quei termini rivestano lo stesso significato che già conosciamo o se non servano, invece, a mascherare una concezione diversa che sta per essere imposta alla popolazione senza che i cittadini siano consapevoli di ciò che rappresenta. Che cosa dice la teoria del genere? Questa ideologia pretende che il sesso biologico vada dissociato dalla sua dimensione culturale, ossia dall'identità di genere, che si declina al maschile o al femminile e persino in un genere neutro nel quale si fa rientrare ogni sorta di orientamento sessuale, al fine di meglio affermare l'uguaglianza tra gli uomini e le donne e di promuovere le diverse "identità" sessuali. Dunque il genere maschile o femminile non si iscriverebbe più nella continuità del sesso biologico poiché essa non gli è intrinseca, ma sarebbe semplicemente la conseguenza di una costruzione culturale e sociale. In nome della bisessualità psichica, si sostiene che l'uomo e la donna hanno ciascuno una parte maschile e una femminile: il sesso biologico dunque non obbliga, né quanto allo sviluppo psicologico né per l'organizzazione della vita sociale. Al sesso maschile e a quello femminile si privilegia l'asessualità o l'unisessualità. Così un politico donna, allieva di Simone de Beauvoir, afferma che "i mestieri non hanno sesso", mentre altri, favorevoli all'organizzazione sociale degli orientamenti sessuali, sostengono che "l'amore" non dipende dall'attrazione tra l'uomo e la donna poiché esistono altre forme di attrazioni sentimentali e sessuali. Tali sofismi appaiono evidenti e sono ripresi con facilità dai media che apprezzano il pensiero ridotto a cliché. Tutto viene messo sullo stesso piano: le singolarità sessuali marginali, che sono sempre esistite, devono essere riconosciute allo stesso titolo della condizione comune e generale dell'attrazione tra uomo e donna. Non è tollerato alcun discernimento, la psicologia maschile si confonde con quella femminile e si attribuiscono le stesse caratteristiche a tutte le forme di attrazione sentimentale mentre dal punto di vista psicologico non sono in gioco le stesse strutture psichiche. In altre parole, la società non deve più organizzarsi attorno alla differenza sessuale, ma deve riconoscere tutti gli orientamenti sessuali come altrettante possibilità di dare diritto alla plurisessualità degli esseri umani che nel corso dei secoli è stata limitata dall'"eterosessismo". Bisogna dunque denunciare questa ingiustizia e decostruire tutte le categorie che ci hanno portato a tale oppressione. L'uomo e la donna non esistono, è l'essere umano a dover essere riconosciuto prima ancora della sua particolarità nel corpo sessuato. Sarebbe troppo lungo descrivere le diverse origini di questa corrente di idee partita innanzitutto dai medici che seguono casi di transessualismo, dagli psicanalisti culturalisti americani e dai linguisti che hanno studiato il linguaggio (gender studies) per farne emergere le discriminazioni nei confronti del genere femminile e degli stati intersessuati, per esempio per la concordanza del plurale in cui il maschile prevale sul femminile. Fu riciclata da sociologi canadesi e ripensata in Francia da diversi filosofi prima di essere recuperata, nuovamente negli Stati Uniti, dai movimenti lesbici alle origini del femminismo intransigente e ripresa poi dai movimenti omosessuali. La teoria del Genere tornò in Europa così trasformata. In realtà si tratta di una sistemazione concettuale che non ha nulla a che vedere con la scienza: è a malapena un'opinione. Questo diventa inquietante nella misura in cui la maggior parte dei responsabili politici finisce per aderirvi senza conoscerne i fondamenti e le critiche che sono autoevidenti. I rapporti tra uomini e donne vengono presentati attraverso le categorie di dominante/dominato, della società patriarcale e dell'onniviolenza dell'uomo di cui la donna deve imparare a diffidare. Da moltissimo tempo non siamo più in una società patriarcale ma, come sostiene la Chiesa, dobbiamo continuare a incamminarci verso una società fondata sulla coppia formata da un uomo e una donna impegnati pubblicamente in un'alleanza, segno che devono svilupparsi in questa autenticità. Da parecchi anni questa teoria viene insegnata in Francia all'università e, a partire dall'anno scolastico 2011-2012, sarà insegnata anche al liceo nei programmi di Scienze della vita e della terra delle classi prime. In nome di quali principi il Ministero dell'Educazione nazionale ha preso questa decisione e in seguito a quale forma di consultazione? Non lo sa nessuno. Succede sempre così con le ideologie totalitarie, e ora con la teoria del genere. Viene imposta ai cittadini senza che questi se ne rendano conto e si accorgano che decisioni legislative vengono prese in nome di quest'ideologia senza che, a quanto pare, sia esplicitamente spiegato. Ciò è particolarmente significativo in una parità contabile tra uomini e donne, che non significa uguaglianza,, nel matrimonio tra persone dello stesso sesso con l'adozione di bambini in tale contesto, e nelle misure repressive che accompagnano questa corrente di idee che, in nome della non-discriminazione, non può essere rimessa in discussione o in Francia si rischia si essere sanzionati giudizialmente (legge sull'omofobia). Ma questo vale anche per altri Paesi: è il caso della Germania, dove genitori che hanno rifiutato che i figli partecipassero a lezioni di educazione sessuale ispirate alla teoria del genere sono stati condannati a quarantacinque giorni di detenzione senza condizionale (febbraio 2011). Il falso valore della non-discriminazione impedisce di pensare, valutare, discernere ed esprimere, così come quello della trasparenza che spesso è estranea alla ricerca della verità. Quanto all'egualitarismo che si allontana dal senso dell'uguaglianza, esso lascia intendere che tutte le situazioni si equivalgono, mentre se le persone sono effettivamente uguali in dignità, la loro scelta, il loro stile di vita e la loro situazione non hanno oggettivamente lo stesso valore. Non c'è nulla di discriminatorio nel sottolineare che solo un uomo e una donna formano una coppia, si sposano, vivono insieme, adottano e educano dei bambini nell'interesse del bene comune e in quello del figlio. Sono più capaci di esprimere l'alterità sessuale, la coppia generazionale e la famiglia, cellula base della società. (traduzione di Anna Maria Brogi)Tony Anatrella. ©riproduzione riservata

lorenzojhwh Unius REI
 
[ 4 febbraio 2014 (il dissolvimento della famiglia naturale, il dissolvimento della società, ebraico cristiana! ) Europarlamento. La Ue spinge per il gender, le lobby esultano. ] Approvata ieri dal Parlamento europeo una risoluzione a sostegno del gender, proprio mentre in tutto il Vecchio continente si assiste ad una preoccupante offensiva a favore di questa ideologia in campo educativo. Il segnale che arriva da Strasburgo è in verità contraddittorio e confuso, perché in primo luogo non tiene conto della contrarietà alla risoluzione manifestata da buona parte dell'opinione pubblica europea , a partire dalla Federazione delle associazioni familiari cattoliche (Fafce). Sul sito CitizenGo, inoltre sono state raccolte quasi 190mila firme contro il documento della verde austriaca Ulrike Lunacek, denominato «road map della Ue contro l'omofobia e la discriminazione legata all'orientamento sessuale e all'identità di genere». C'è da chiarire subito che il testo approvato non ha carattere legislativo, né tantomeno può avere un valore vincolante per gli Stati membri. Ma sta di fatto che già le lobby omosessuali sono all'opera per dilatarne la portata. Arcigay in testa.
Dall'analisi del voto inoltre non viene affatto un dato univoco. Su 642 presenti nell'emiciclo di Strasburgo (il plenum è potenzialmente di 766), hanno votato a favore 349 deputati  (il 61% circa), contro 176, e si sono astenuti 72. Ma questo risultato, peraltro, come spiega il presidente del Movimento per la Vita ed europarlamentare Carlo Casini, si basa su un equivoco in cui è incappato il Partito popolare europeo. Infatti ad essere approvato è stato il cosiddetto emendamento due, che costituiva una sostanziale riproposizione della risoluzione della femminista austriaca. Un testo che aveva subito con alcune limature a cui, buona parte dei deputati del Ppe che lo ha votato, ha dato maggior peso del dovuto. È stato respinto, invece, con 430 voti contro, un altro emendamento (il n.1) di tre esponenti Gruppo Europa della Libertà e della Democrazia, Philippe de Villiers, Claudio Morganti, Lorenzo Fontana, che praticamente abrogava la risoluzione sostituendola con una raccomandazione generale al rispetto dei diritti fondamentali. In effetti, uno dei punti più critici della mozione, quello secondo cui una coppia omosessuale legalmente riconosciuta in un Paese, dovrebbe poter godere di simili diritti in qualsiasi altro Paese membro, anche con diversa legislazione, è stato parzialmente rivisto. È stato espunto il riferimento esplicito a "matrimoni", "unioni registrate", e "riconoscimento del gender". Si è soppressa anche la raccomandazione alla Commissione Ue di occuparsi di questo tema in "via prioritaria". Sono rimasti però riferimenti e citazioni di documenti che puntano, nella sostanza, a ottenere lo stesso risultato. È stato considerato anche un antidoto contro la introduzione di un «reato di opinione» ai danni dei sostenitori del diritto naturale, il fatto che al termine della risoluzione è stata aggiunta la raccomandazione di rispettare il pluralismo delle idee, «purché non istighino all'odio alla violenza o alla discriminazione». Casini ha dichiarato un voto favorevole all'emendamento n.1, perché riaffermava «chiaramente il principio di sussidiarietà». L'europarlamentare del Ppe si è schierato poi, in dissenso dalle indicazioni del suo gruppo, contro la riproposizione del documento Lunacek, seppur in versione rivista, perché non combatte «la pretesa di introdurre la categoria del gender, come equiparabile in significato alla dimensione sessuata dell'uomo e della donna». Il documento sollecita un ampio campo di interventi a favore di questa ideologia in campo educativo. «A meno di due mesi di distanza il Parlamento europeo, ha commentato Luca Volonté, presidente della Fondazione Novae Terrae, e membro del board di CitizenGo, contraddice se stesso: a metà dicembre aveva giustamente bocciato il rapporto Estrella che costituita una violazione del principio di sussidiarietà in campo etico, ora fa esattamente il contrario approvando una risoluzione che costituisce una intrusione nella sovranità delle singole nazioni in temi molto delicati. Il testo approvato ieri non ha nessun valore legislativo, ma si deve tener conto dell'attivismo delle lobby». Pier Luigi Fornari, ©riproduzione riservata

lorenzojhwh Unius REI
 
1 gennaio 2014. La lettera. Asia Bibi: «Viva per le vostre preghiere». Non è più rinchiusa in una cella senza finestre. Da giugno, Asia Noreen Bibi si trova nel carcere femminile di Multan. A sei ore d'auto da Lahore e dalla sua famiglia. Ora questa donna minuta, che dimostra ben meno dei suoi 49 anni, indossa la divisa bianca delle detenute comuni. E come qualunque altra prigioniera ha diritto all'ora d'aria. La prima volta che è uscita in cortile, dopo 27 mesi di isolamento, barcollava, raccontano. Non si sa se per l'impatto con l'esterno o per il timore. Il rischio che il fanatismo si intrufoli fin dietro le sbarre del carcere per colpirla è alto. E le misure di sicurezza, come denuncia la stessa Asia nella lettera scritta a papa Francesco e inviata tre giorni fa alla Santa Sede tramite la Renaissaince Education Foundation che si dice sicura della sua ricezione in Vaticano, sono state ridotte. La donna non cucina più da sola i suoi pasti, mangia nel refettorio con le altre, nonostante il pericolo di avvelenamento. In tanti, tra gli estremisti islamici, hanno paura di questa mamma cattolica dal viso gentile e la volontà di ferro. Ma Asia Bibi non odia, né grida né cede. Con voce ferma e serena continua a proclamare la sua innocenza. Non che ce ne sia necessità. Chiunque, al di là del credo religioso e delle opinioni, si accosta alla vicenda giudiziaria della contadina del Punjab, giunge al medesimo verdetto: non colpevole. Non colpevole di aver insultato Maometto quel 19 giugno 2009. Non colpevole, dunque, di blasfemia. Difficile pensare il contrario: la donna che l'accusa, la moglie dell'imam locale, non ha portato una sola prova. Solo voci, illazioni, maldicenze tipiche di una comunità arcaica e isolata. In cui Asia era guardata con sospetto in quanto cattolica e, dunque, diversa. «Non si può bere dalla stessa borraccia di una cristiana», le aveva urlato la sua accusatrice durante il banale litigio che è costato ad Asia gli attuali 1. 656 giorni di carcere, una condanna a morte l'11 novembre 2010, poi sospesa per il processo di appello che non è ancora stato fissato. Nessuno sa se e quando finirà l'incubo giudiziario di questa donna divenuta simbolo, suo malgrado, dell'arbitrarietà con cui viene utilizzata la legge antiblasfemia per reprimere le minoranze. Per questo, i fondamentalisti non possono accettare che torni libera. A costo di uccidere chi si schiera al suo fianco. È accaduto due volte: al governatore islamico Salman Taseer e al ministro cattolico Shahbaz Bhatti. Asia e chi per lei si batte, però, non rinunciano alla speranza. Il 6 marzo, Avvenire ha consegnato all'ambasciatrice pachistana a Roma, Tehmina Janjua, oltre 31mila firme dei lettori che hanno voluto raccogliere l'appello della mamma cattolica al premier Zardari, pubblicato dal quotidiano l'8 dicembre 2012, per farla tornare dai suoi cari. Oggi diffondiamo questa nuova testimonianza. Perché la voce libera di Asia esca dalla prigione di Multan. Lucia Capuzzi. ©riproduzione riservata

lorenzojhwh Unius REI
 
VALORI AL CENTRO. La teoria del gender, vuole entrare in aula. insegnanti italiani saranno obbligati a seguire corsi di formazione e aggiornamento per migliorare, tra le altre, anche le competenze relative «all'educazione all'affettività, al rispetto delle diversità e delle pari opportunità di genere e al superamento degli stereotipi di genere». Lo prevede il decreto 104/2013 "La scuola riparte", approvato dalla Camera, che oggi comincia il proprio iter al Senato. Palazzo Madama sarà impegnato in una vera e propria corsa contro il tempo: il decreto scade l'11 novembre. Dietro la formulazione della lettera "d" del comma 1 dell'articolo 16 del decreto, che per le attività di formazione dei docenti stanzia 10 milioni di euro, c'è però una dura battaglia in commissione Cultura della Camera. Il testo originario dell'emendamento, presentato da una parte del Pd, Sel e Movimento 5 Stelle, era molto più "esplicito" e prevedeva che la formazione avesse come oggetto il "gender", teoria secondo cui, non c'è un legame biunivoco, tra sessualità biologica e identità sessuale. E il riferimento al gender non era riservato soltanto alla formazione ma a tutti gli ambiti dell'educazione scolastica. Nei testi l'espressione più ricorrente era «educazione sentimentale», diventata poi «educazione all'affettività». Nell'articolato definitivo il termine "gender" è stato poi tradotto con "genere", ma è rimasto il riferimento agli "stereotipi". Da queste premesse, si capisce come sia molto elevato il rischio che un professore, che in classe voglia parlare di famiglia, intesa come società naturale composta da un uomo, una donna e dai loro figli, sia "accusato" di non rispettare le diversità di genere, di riproporre degli stereotipi e quindi obbligato ad "aggiornarsi". L'infelice vicenda della scuola paritaria di Torino, messa all'indice e accusata di omofobia per il solo fatto di aver organizzato una "scuola per genitori" sui temi della sessualità, la dice lunga a riguardo. Per come è stata ideologicamente impostata, la stessa legge, contro, l'omofobia, combinata con questa parte del decreto scuola, avrebbe effetti devastanti sull'educazione dei ragazzi e, di fatto, bandirebbe la famiglia "tradizionale" dalla scuola. Sarebbe persino vietato parlarne. La formazione dei docenti non è, comunque, l'unico aspetto problematico, del decreto scuola, che il Senato, se vuole, può ancora modificare. Una nota della presidenza nazionale della Fidae, la Federazione delle scuole paritarie cattoliche, ricorda un «limite di fondo»: non tenere conto, che, il sistema scolastico è integrato, composto, cioè da scuole statali, e scuole paritarie. «Pertanto, si legge nel documento della Fidae, i dispositivi che, questo disegno di legge mette in campo, per la scuola statale dovrebbero essere a sostegno, dell'intero sistema, senza, alcuna discriminazione, di uno dei soggetti che lo costituiscono, cioè, la scuola paritaria». Sui finanziamenti si concentra, anche, il segretario generale della Cisl Scuola, Francesco Scrima. «Si può comprendere, la rigorosa attenzione al contenimento dei costi, dichiara, ma è indice di grave miopia, non capire, che, la spesa per dare più efficacia al sistema di istruzione, è un investimento necessario al Paese». Paolo Ferrari.o ©riproduzione riservata
lorenzojhwh Unius REI
se, king Saudi Arabia, non è un omosessuale? certamente, lui è complice, in tutto questo abominio, contro, natura, con, i suoi alleati americani satanisti!

lorenzojhwh Unius REI
IL CRIMINE IDEOLOGICO DELLA EVOLUZIONE, PER L'UMANITÀ SINTETICA, ogm, MORGELLONS, il sovvertimento dell'ordine naturale, sorge la nuova era di satana [] La teoria del gender vuole entrare in aula | Famiglia | www.avvenire.it
5 nov 2013 ... Gli insegnanti italiani saranno obbligati a seguire corsi di formazione e aggiornamento per migliorare, tra le altre, anche le competenze relative ...
www.avvenire.it/.../la-teoria-del-gender-vuole-entrare-in-aula.aspx
E dopo Marx venne il «gender» | Cultura | www.avvenire.it
14 ott 2011 ... La teoria del genere è la nuova ideologia alla quale fanno chiaramente riferimento l'Onu e le sue varie agenzie, in particolare l'Oms, l'Unesco ...
www.avvenire.it/Cultura/.../Dopo-marx-venne-il-gender.aspx
La Ue spinge per il gender, le lobby esultano | Mondo |  La Ue spinge per il gender, ... Approvata ieri dal Parlamento europeo una risoluzione a sostegno del gender, ...
www.avvenire.it/.../europarlamento-approva-nozze-gay.aspx
Vescovi Triveneto: «Gender, offesa alla verità» | Vita | www.avvenire.it
31 gen 2014 ... La difesa, anzi la promozione della vita a tutto tondo. Dal sostegno delle famiglie impoverite dalla crisi al contrasto dell'ideologia del gender, ...
www.avvenire.it/Vita/.../teoria-del-gender-offesa-alla-verita.aspx
Teoria del gender, l'esperta O'Leary «Ideologia promossa a livello ...
15 apr 2013 ... Teoria del gender, l'esperta O'Leary «Ideologia ... Intanto dobbiamo parlare di diverse teorie del gender, non ce n'è una sola, ... Per quanto riguarda l'esistenza di un'agenda del gender a livello ...
www.avvenire.it/Vita/Pagine/staminali_intervista_Leary.aspx
Strasburgo insiste sul "gender" | Vita | www.avvenire.it
14 set 2012 ... Lo scopo, del tutto nobile, è quello di garantire i diritti più elementari alle vittime di crimini nell'Unione europea. Una delle Commissioni che si è ...
www.avvenire.it/Vita/Pagine/strasburgo-insiste-sul-gender.aspx
Gender a scuola Roma ci prova | Cronaca | www.avvenire.it
23 gen 2014 ... Dopo il registro sulle unioni civili, che attende solo il sì del consiglio comunale, il Campidoglio guidato da Ignazio Marino prova a piantare ...
www.avvenire.it/
Processo al Gender. Cultura. 1 ottobre 2011. stampa quest'articolo segnala ad un amico feed. IL CASO. Titolo Articolo.
www.avvenire.it/Cultura/Pagine/Processo-al-Gender.aspx
L'urlo e il gender (l'estate di Munch) | Commenti | www.avvenire.it
24 ago 2013 ... «Siete mai stati in Norvegia? Lo sapete cosa vuol dire stare sul margine estremo, al Nord dell'Europa? Oh, certo, magari qualcuno di voi è ...
www.avvenire.it/Commenti/Pagine/urlo_e_gender.aspx È confusa l'Italia mediatica: vari "gender" di "bugiardini ..., Avvenire
28 dic 2012 ... Ritagli. Chi nasce a Natale? Leggi ("Corsera", 16/12, "La lettura", p. 13) che è meglio non saperlo. Babbo Natale non esiste e Santa Claus è ...
www.avvenire.it
Il 25 maggio vota Allam: No Euro! No Tasse! Salviamo gli italiani!
4 giorni fa
206 visualizzazioni
Il 25 maggio vota Allam al Parlamento Europeo per dire No Euro! No Tasse! Salviamo gli italiani! (Magdi Cristiano Allam, Intervento al Parlamento Europeo, Strasburgo, 6…
5:21
"Anche in Italia la dittatura europeista criminalizza l'opposizione"
5 giorni fa
195 visualizzazioni
"In Italia e in Europa c'è dittatura europeista che criminalizza l'opposizione" (Magdi Cristiano Allam, Intervento nel Parlamento Europeo, Strasburgo, 5/2/2014)
5:54
"No alla legge europea sui matrimoni di lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e intersessuali"
6 giorni fa
296 visualizzazioni
"No alla legge europea sui matrimoni di lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e intersessuali" (Magdi Cristiano Allam, Intervento nel Parlamento Europeo, Strasbur…
3:58
"Lo Stato non ha i soldi per pagare le imprese e l'Europa ci multa: pagano sempre i cittadini"
6 giorni fa
138 visualizzazioni
"Lo Stato non ha soldi per pagare le imprese e l'Europa ci multa: pagano sempre i cittadini" (Magdi Cristiano Allam, Intervento nel Parlamento Europeo, Strasburgo, 3/…
4:23
"Visiterò i comuni del Nord-Est per essere al fianco dei cittadini che soffrono"
6 giorni fa
60 visualizzazioni
"Visiterò i comuni del Nord-Est per essere al fianco dei cittadini che soffrono" (Magdi Cristiano Allam, 2/2/2014)
3:24
"A maggio nel Nord-Est le Giornate di liberazione degli italiani"
1 settimana fa
254 visualizzazioni
"A maggio nel Nord-Est le Giornate di liberazione degli italiani" (Magdi Cristiano Allam, 30/1/2014)
16:37
"Anche lo Stato è criminale"
1 settimana fa
151 visualizzazioni
"Anche lo Stato è criminale" (Magdi Cristiano Allam, Convegno al Parlamento Europeo, Bruxelles, 28/1/2014)…
1:00:56
Intervista a Radio Studio 54: "È il momento di promuovere il Fronte di salvezza degli italiani"
1 settimana fa
271 visualizzazioni
"È arrivato il momento di promuovere il Fronte di salvezza degli italiani" (Magdi Cristiano Allam, Intervista dal Parlamento Europeo a Radio Studio 54, Bruxelles, 28/…
4:19
Intervento nel Parlamento Europeo: "Basta incarichi multipli e stipendi d'oro ai dirigenti pubblici"
1 settimana fa
57 visualizzazioni
"Basta incarichi multipli e stipendi d'oro ai dirigenti pubblici" (Magdi Cristiano Allam, Parlamento Europeo, Bruxelles, 28/1/2014)
1:40
Senza uscita dall'euro non si potranno restituire 130 miliardi alle imprese senza ulteriore debito
2 settimane fa
104 visualizzazioni
"Se l'Italia non uscirà dall'euro non potrà restituire i 130 miliardi alle imprese senza indebitarsi ulteriormente" (Magdi Cristiano Allam, VideoregioneTv e Telepordenon…
4:36
Fermiamo subito la svendita del patrimonio pubblico
2 settimane fa
221 visualizzazioni
"Fermiamo subito la svendita del patrimonio pubblico" (Magdi Cristiano Allam, Parlamento Europeo, Bruxelles, 23/1/2014)
6:32
L'intesa Renzi-Berlusconi scatenerà la rivolta degli italiani contro il Palazzo
2 settimane fa
503 visualizzazioni
L'intesa elettorale Renzi-Berlusconi scatenerà la rivolta degli italiani contro il Palazzo (Magdi Cristiano Allam, Parlamento Europeo, Bruxelles, 21/1/2014)
5:28
Intesa Salvini-Le Pen: In Francia Lega e Fronte Nazionale sarebbero contrapposti
3 settimane fa
325 visualizzazioni
L'intesa tra Salvini e Le Pen per le Europee: se la Lega fosse un partito francese sarebbe contrapposto al Fronte Nazionale (Magdi Cristiano Allam, Parlamento Euro…
3:59
Il premier greco Samaras considera gli euroscettici dei violenti
3 settimane fa
173 visualizzazioni
Il premier greco Samaras considera gli euroscettici dei violenti (Magdi Cristiano Allam, Parlamento Europeo, Strasburgo, 15/1/2014)
4:41
Disobbedienza civile contro l'interesse usuraio delle banche e le tasse inique dello Stato
3 settimane fa
311 visualizzazioni
Disobbedienza civile contro l'interesse usuraio delle banche e le tasse inique dello Stato (Magdi Cristiano Allam, Intervento al Parlamento Europeo, Strasburgo, 14/1/2…
3:51
ALI chiede le dimissioni del Capogruppo del Pd alla Camera e del Governatore della Basilicata
3 settimane fa
234 visualizzazioni
"Voto di scambio": Io amo l'Italia chiede le dimissioni del Capogruppo del Pd alla Camera e del Governatore della Basilicata (Magdi Cristiano Allam, Parlamento Eu…
10:34
"Le piccole imprese non ce la fanno più!"
1 mese fa
563 visualizzazioni
"Le piccole imprese non ce la fanno più! Se i politici continuano a chiacchierare sui Piani di lavoro, esploderà la rivolta" (Magdi Cristiano Allam, Class Tv, Punto e a ca…
3:47
"Giusta la disobbedienza civile degli imprenditori condannati dalle banche e dal fisco"
1 mese fa
930 visualizzazioni
"Giusta la disobbedienza civile degli imprenditori condannati a morte dalle banche e dal fisco" (Magdi Cristiano Allam, Intervento nel Parlamento Europeo, Bruxelles, 7/1…
3:41
"L'Italia è sottomessa alla dittatura di Napolitano e dell'Unione Europea."
1 mese fa
994 visualizzazioni
"L'Italia è sottomessa alla dittatura di Napolitano e dell'Unione Europea. È ora di mobilitarci per riscattare la nostra libertà e sovranità" (Magdi Cristiano Allam, 4/1/2…
2:32
"l'Italia fuori dall'euro e certezza del diritto alla vita per gli italiani"
1 mese fa
973 visualizzazioni
"Il mio augurio per il 2014: l'Italia fuori dall'euro e certezza del diritto alla vita per gli italiani" (Magdi Cristiano Allam, 31/12/2013)
3:53
"Sovranità monetaria e valori non negoziabili per dare un'anima all'Italia e all'Europa"
1 mese fa
467 visualizzazioni
"Sovranità monetaria e valori non negoziabili per dare un'anima all'Italia e all'Europa" (Magdi Cristiano Allam, 28/12/2013)
3:52
"La globalizzazione annullerà il Natale e la nostra civiltà cristiana: difendiamoli"
1 mese fa
1.205 visualizzazioni
"La globalizzazione annullerà il Natale e la nostra civiltà cristiana: difendiamoli" (Magdi Cristiano Allam, 23/12/2013)
9:25
"Non è più il momento delle chiacchiere. Dobbiamo dare delle risposte concrete ai problemi reali"
1 mese fa
327 visualizzazioni
"Non è più il momento delle chiacchiere. Dobbiamo dare delle risposte concrete ai problemi reali di imprenditori, famiglie, sindaci e forze dell'ordine" (Magdi Cristiano …
9:47
"Non è solo l'euro ma è quest'Europa a negarci il diritto alla vita, dignità e libertà"
1 mese fa
302 visualizzazioni
"Non è solo l'euro ma è quest'Europa a negarci il diritto alla vita, dignità e libertà" (Magdi Cristiano Allam, Pane al pane, Radio Lombardia, 13/10/2013)
23:14
"I piccoli imprenditori non possono morire di tasse: Sostengo la disobbedienza civile"
1 mese fa
366 visualizzazioni
"I piccoli imprenditori non possono morire di tasse: Sostengo la disobbedienza civile" (Magdi Cristiano Allam, Linea d'ombra, Telenova, 13/10/2013)
3:50
Appello agli italiani: "Difendiamo l'Italia e lo Stato dall'attacco di Letta e Grillo"
2 mesi fa
370 visualizzazioni
Appello agli italiani: "Difendiamo l'Italia e lo Stato dall'attacco di Letta e Grillo" (Magdi Cristiano Allam, Parlamento Europeo, Strasburgo, 12/12/2013)
5:28
"Grillo soffia sul fuoco: mobilitiamoci per costruire non distruggere l'Italia"
2 mesi fa
200 visualizzazioni
"Grillo soffia sul fuoco: mobilitiamoci per costruire non distruggere l'Italia" (Magdi Cristiano Allam, Intervento nel Parlamento Europeo, Strasburgo, 11/12/2013)
1:47
Allam a Schulz con i libri di Bagnai e Rinaldi: "Rispetto per il No Euro"
2 mesi fa
829 visualizzazioni
5:26
Letta accetti il civile confronto con chi è contro l'euro e gli Stati Uniti d'Europa
2 mesi fa
228 visualizzazioni
Letta accetti il civile confronto con chi è contro l'euro e gli Stati Uniti d'Europa (Magdi Cristiano Allam, Intervento nel Parlamento Europeo, Strasburgo, 10/12/2013)
5:40
Va bene la protesta pacifica ma serve la costruzione di un'alternativa
2 mesi fa
137 visualizzazioni
Va bene la protesta pacifica ma serve la costruzione di un'alternativa (Magdi Cristiano Allam, Intervento nel Parlamento Europeo, Strasburgo, 9/12/2013)

no rispetto per maggioranze in false democrazie massoniche Signoraggio bancario

non c'è più, un rispetto, per le maggioranze, nelle false democrazie massoniche, del Signoraggio bancario. La dittatura del pensiero secolare ONU, Bildenberg. Banche Centrale scippate alla sovranità monetaria] Una legge contro la pubblica opinione. Creato 07 Febbraio 2014. diritti-umani-1EDIMBURGO, 7. Nonostante il parere contrario espresso dal 64 per cento dei cittadini, il Parlamento scozzese ha dato il via libera alle unioni omosessuali. Come era già accaduto, lo scorso luglio, in Inghilterra anche a Edimburgo sono stati alcuni gruppi politici, sociali e culturali a volere, a tutti i costi, una legislazione contro la quale hanno firmato oltre cinquantamila persone, in tutta la Scozia, e che è stata contrastata, fino all'ultimo momento, dalle due più importanti religioni del Paese, quella cattolica e quella presbiteriana. Sono stati, infatti, bocciati diversi emendamenti che puntavano a proteggere individui e istituzioni che sostengono la concezione naturale del matrimonio. Secondo l'arcivescovo di Glasgow, monsignor Philip Tartaglia, «non è possibile predire, con precisione, quale impatto la legislazione sui matrimoni gay avrà sulla società in generale o sulla comunità cattolica. Non sembra che essa costringerà i sacerdoti cattolici o la Chiesa a celebrare matrimoni con persone dello stesso sesso. Tuttavia, non possiamo escludere l'eventualità che, in futuro, alcuni individui, inizino un'azione legale contro un sacerdote cattolico o la Chiesa perché non accettano di celebrare matrimoni gay». Quando il Governo ha lanciato il progetto di consultazione, il 64 per cento delle persone interpellate si sono dette contrarie ai «matrimoni omosessuali», la percentuale più importante mai raccolta fino a oggi in un sondaggio popolare. Eppure i partiti scozzesi, dallo Scottish National Party, il più importante, che si batte per l'indipendenza scozzese, a quello laburista, ai liberaldemocratici, ai conservatori e ai verdi, hanno tutti votato a favore della legge. «Siamo preoccupati — ha spiegato John Deighan, che rappresenta la Chiesa cattolica al Parlamento scozzese — perché sono a rischio la libertà di praticare la propria religione e di esprimere la propria opinione. A chi lavora nel settore pubblico come assistenti sociali, infermieri, pompieri, poliziotti, potrebbe venire chiesto di promuovere, in vari modi, i matrimoni omosessuali e queste persone potrebbero perdere il lavoro se si rifiutano di farlo. Ancora più grave — ha aggiunto — il fatto che la legge comincerà a diffondere l'idea, tra le persone, che non è necessario avere un padre e una madre e, col tempo, assisteremo a un'ulteriore frammentazione della vita familiare come diretta conseguenza di questa nuova mentalità». Secondo Deighan, «esiste uno scontro tra i valori religiosi e una società secolarizzata. La Secular society che rappresenta chi non crede in Dio, ha proposto che i genitori possano scegliere le lezioni di religione per i propri figli mentre, in questo momento, queste ore d'insegnamento sono date per scontate. Sono sempre i sostenitori della secolarizzazione a volere che vengano esclusi, dagli enti educativi dove si decide dei programmi scolastici, i rappresentanti della Chiesa cattolica e di quella presbiteriana». © Osservatore Romano - 8 febbraio 2014


Chieste in Slovacchia modifiche alla Costituzione in favore del matrimonio. Venerdì, 07 Febbraio 2014 . BRATISLAVA. Le associazioni cristiane in Slovacchia hanno chiesto nei giorni scorsi alle più alte autorità statali di introdurre un paragrafo nella Costituzione per la tutela del matrimonio come unione tra un uomo e una donna. «La difesa del matrimonio e della famiglia non può essere subordinata agli interessi di alcune persone o gruppi politici. Siamo convinti che questa questione riguardi tutti i cittadini. La proposta è positiva, non esclude né discrimina nessuno, ma sostiene la stabilità costituzionale dell'istituzione del matrimonio come fonte di benessere per tutti gli abitanti della Slovacchia». Intanto, da lunedì prossimo, in tutta la Slovacchia sarà celebrata la quarta edizione della Settimana nazionale del matrimonio, con il motto "Il matrimonio è più di un contratto". L'obiettivo è quello di promuovere i valori della fedeltà e del matrimonio per tutta la vita che sono alla base di ogni famiglia stabile. Nel 2013, migliaia di volontari hanno contribuito all'organizzazione degli eventi. © Osservatore Romano - 8 febbraio 2014


[ Petizione in difesa della Famiglia ] Firma e diffondi questa petizione a difesa della libertà d'opinione e della libertà religiosa. Si sta strumentalizzando il contrasto all'omofobia per condannare al silenzio chi non vuole introdurre il matrimonio omosessuale.

Destinatario: Al Presidente della Repubblica, ai Presidenti di Camera e Senato, ai Presidenti dei gruppi di Camera e Senato: " Egr. Presidente, in nome della Costituzione italiana (art.29) le chiediamo di difendere la famiglia, unione fondata su un uomo e una donna, da ogni iniziativa legislativa che punti a demolirla, nello specifico: - legge contro l'omofobia; - legge sul matrimonio tra persone dello stesso sesso; - adozioni di bambini da parte di coppie dello stesso sesso; - educazione all'ideologia gender e linee guida Oms sull'educazione sessuale nelle scuole."


[ il laico che, percepisce, in se, la presenza di Dio, in contrapposizione, ad un pensiero dogmatico e massimalista di matrice religiosa o secolare ] Esther Hillesum, detta Etty, è stata una scrittrice olandese di origine ebraica, vittima della Shoah. [ QUESTA RAGAZZA è STRAORDINARIA, PERCHé RIVENDICA PER SE, UN RAPPORTO PERSONALE CON DIO, AL DI FUORI DI UN MONOPOLIO DI TIPO RELIGIOSO, O IDELOGICO, QUINDI è IL NEMICO, DI OGNI FORMA DI IMPERIALISMO, PER LA FRATELLANZA UNIVERSALE.

07 febbraio 2014


Jean-Pierre Nave, presidente dell'Associazione degli amici di Etty Hillesum, racconta la vicenda della scrittrice a cent'anni dalla morte. Nata il 14 gennaio 1914, inghiottita come tanti altri nell'inqualificabile tragedia della Shoah, morirà ad Auschwitz all'età di 29 anni. Si dovrà attendere quarant'anni perché alcuni brani del suo diario e della sua corrispondenza vengano pubblicati in francese con il titolo di Une vie bouleversée (Seuil, 1985). Da allora, il suo pubblico non ha fatto che crescere e attorno a questa giovane donna ebrea olandese si è formato un gruppo di lettori pieno di empatia e di affetto, che la chiama per nome e parla di lei come di un'amica, una sorella, una confidente, una guida. «Non ero io a leggere, ma lei a parlarmi», dice la scrittrice Cécilia Dutter, autrice di una biografia pubblicata con il titolo Une voix dans la nuit.

ALCUNI PENSIERI DAL DIARIO


15 marzo 1941 - … la barbarie nazista fa sorgere in noi un'identica barbarie che procederebbe con gli stessi metodi, se noi avessimo la possibilità di agire come vorremmo. Dobbiamo respingere interiormente questa inciviltà: non possiamo coltivare in noi quell'odio perché altrimenti il mondo non uscirà di un solo passo dalla melma. […] si può essere tanto combattivi e attenti ai propri principi anche senza gonfiarsi d'odio […]


Preghiera della domenica mattina [12 luglio 1942] - Mio Dio, sono tempi tanto angosciosi. Stanotte per la prima volta ero sveglia al buio con gli occhi che mi bruciavano, davanti a me passavano immagini su immagini di dolore umano. Ti prometto una cosa, Dio, soltanto una piccola cosa: cercherò di non appesantire l'oggi con i pesi delle mie preoccupazioni per il domani, ma anche questo richiede una certa esperienza. Ogni giorno ha già la sua parte. Cercherò di aiutarti affinché tu non venga distrutto dentro di me, ma a priori non posso prometterti nulla. Una cosa, però, diventa sempre più evidente per me, e cioè che tu non puoi aiutare noi, ma che siamo noi a dover aiutare te, e in questo modo aiutiamo noi stessi. L'unica cosa che possiamo salvare in questi tempi, e anche l'unica che veramente conti, è un piccolo pezzetto di te in noi stessi, mio Dio. E forse possiamo anche contribuire a disseppellirti dai cuori devastati di altri uomini. Sì, mio Dio, sembra che tu non possa far molto per modificare le circostanze attuali ma anch'esse fanno parte di questa vita. Io non chiamo in causa la tua responsabilità, più tardi sarai tu a dichiarare responsabili noi. E quasi a ogni battito del mio cuore, cresce la mia certezza: tu non puoi aiutarci, ma tocca a noi aiutare te, difendere fino all'ultimo la tua casa in noi. […]

Comincio a sentirmi un po' più tranquilla, mio Dio, dopo questa conversazione con te. Discorrerò con te molto spesso, d'ora innanzi, e in questo modo ti impedirò di abbandonarmi. Con me vivrai anche tempi magri, mio Dio, tempi scarsamente alimentati dalla mia povera fiducia; ma credimi, io continuerò a lavorare per te e a esserti fedele e non ti caccerò via dal mio territorio.

(Diario, pp. 126-127)

Considerando Dio «la parte più profonda e ricca di me, in cui riposo», Etty trova una serenità mistica che farà sempre parte del suo cammino, fino alla fine.[3] Il professor Giorgio Pantanella definisce la sua una "spiritualità del quotidiano", riconducibile a varie fedi religiose.


10 febbraio, [ questa è soltanto, la scenetta, più penosa a cui dover assistere, in tutte le false democrazie massoniche, del signoraggio bancario (rubato alla Costituzione), dove è stata scippata, la sovranità monetaria, ovviamente, è anche, una finzione la vita politica, un teatrino, ecco, perchè l'aspetto monetario, è diventato prevalente, abusivo, non uno strmento, ma, lo scopo centrale del sistema, massonico. Esso ha soffocato l'aspetto morale, etico, culturale, scientifico, industriale, perché, i farisei strozzini, anglo-americani, per conservare il potere, devono brutalizzare, il popolo nelle perversioni sessuali, sprofondato in ogni immoralità, relativismo ed anarchia, per l'ascesa del satanismo, ed è prorio questo, che, il Fondo monetario internazionale, chiama, Nuovo Ordine Mondiale. ] Hollande-Obama per partnership più forte (ANSA) - PARIGI, 10 FEB - I presidenti francese e americano, François Hollande e Barack Obama, auspicano una "partnership ancora più stretta" fra i loro due Paesi, definendola un "modello di cooperazione internazionale". "Radicati in un'amicizia di oltre due secoli, la nostra partnership sempre più stretta è un modello di cooperazione internazionale", dicono i leader in un articolo dal titolo 'Un'alleanza trasformata', pubblicato sui siti di Le Monde e Washington Post, in occasione della visita di Hollande in Usa.


[se non possiamo partire dalla ipotesi, che in India sono tuti un branco di ignoranti squilibrati, quello che io voglio sapere è: "che cosa voi avete fatto per offendere l'India! ?"] Marò: Bonino, accusa irragionevole. Ministro, Italia non è un Paese terrorista

10 febbraio, Marò: Bonino, accusa irragionevole #BRUXELLES, L'accusa ai marò sulla base della legge sul terrorismo è "assolutamente inaccettabile" e significa che "l'Italia è un Paese terrorista" e l'Italia vuole che la Corte tra una settimana "prenda atto dell'inaccettabilità e dell'irragionevolezza totale di questo capo d'accusa". Lo ha detto a Bruxelles il ministro degli Esteri, Emma Bonino.

MUORI, CANE DI UN DHIMMI SCHIAVO ,SOTTO L'EGIDA DELLO ONU

ShoahTolosaVsIMFnaz


è IMPOSSIBILE! è, CONTRO, OGNI CONVENZIONE, CONTRO DIRITTI UMANI, FARE AGGREDIRE, LA SIRIA DAL TERRORISMO INTERNAZIONALE, CHE, USA E LEGA ARABA ORMAI, SOSTENGONO, APERTAMENTE, SENZA PUDORE, NON Più NASCOSTI DAL CRIMINE DEI LORO SERVIZI SEGRETI.


1 febbraio LIBANO: AUTO-BOMBA SUICIDA A HERMEL, 4 MORTI, 20 FERITI

L'attentato é stato compiuto contro la stazione di servizio per rifornimenti di gas/benzina di al-Aytam, nell'area detta degli "Orfani" nella cittadina di Hermel (Beirut) da parte di fanatico pazzo suicida a bordo di una grossa auto, un Suv 4x4 Grand Cherokee. Il bilancio ancora provvisorio è di quattro morti e oltre venti feriti.

Il gruppo terroristico di al-Nusra ha rivendicato l'attentato via Twitter, adducendo come causale la "Vendetta Contro l'Invasione".

La Polizia Militare Libanese sta conducendo indagini che portino agli organizzatori.

SFP da Al-Manar.

2 febbraio. L'Esercito Arabo Siriano Elimina Terroristi non-Siriani e Sventa Infiltrazione di Umini Armati dal Libano. L'esercito siriano, in collaborazione con il personale della guardia di frontiera, questa domenica ha sventato il tentativo di mercenari-terroristi stranieri di infiltrarsi dal Libano in Tal al-Na'imat, campagna meridionale di al-Qusseir, uccidendo 6 terroristi, tra i quali il terrorista libanese Mohammad Abdel-Razaq al-Daher.

Le Unità dell'Esercito Siriano hanno anche distrutto i nascondigli dei terroristi nel villaggio di al-Zara, campagna di Homs, uccidendo decine di mercenari-terroristi, tra i quali i sauditi Mohammad al-Mashhadani e Alaa al-Mashhadani, i libanesi Ali Jarbou, Duraid Safwan e Waled al-Owishat, ed il giordano Khalifa Hamdan al-Naser.

SFP - http://wp.me/p1P9ia-7nM

ShoahTolosaVsIMFnaz

2 febbraio. Uno scandalo degli scandali: un responsabile (Arabia SAUDITA? ), revoca la residenza, ad un cittadino yemenita, e una banda di balordi violenta, sua moglie e le sue figlie.

Questo è accaduto, nel punto di passaggio, in ritorno nello Yemen. dove le autorità avevano separato, padre e figlio, dalle donne: moglie e tre figlie, consegnandole ad una banda, che, per una settimana intera, hanno violentato la moglie con le figlie. [] 2 febbraio. Jihadisti Siria vogliono attaccare Usa, Capo 007 Usa, Al Nusra addestra combattenti occidentali. Un gruppo jihadista siriano filo-al Qaida, il Fronte al Nusra, intende attaccare gli Stati Uniti e sta addestrando a tale scopo terroristi americani e europei, ha affermato in una audizione al Congresso il Direttore della National Intelligence Usa, James Clapper.

ShoahTolosaVsIMFnaz

2 febbraio [ le foto di un attore di hollywood Quatar ] Ecco i principi, gli attori e i mistificatori dell'opposizione siriana. Osservate quel soggetto nelle diverse fotografie dove assumeva in ciascuna una funzione diversa: da giornalista a vittima, da cronista dal campo di battaglia ad un soccorritore umanitario!!!!!?????. [la vile criminalità del terrorismo internazionale, come spettacolo della finzione, sotto l'egida dello ONU. ]

ShoahTolosaVsIMFnaz

[le bugie di Kerry, sotto l'egida dell'ONU ] 3 febbraio. AEREO USA CARICO DI ARMI PER I MERCENARI COMBATTENTI IN SIRIA É ATTERRATO AD AL-MAFRAQ, JORDANIA. Notizie e comunicati di fonti giordane hanno rivelato che un aereo USA carico di armi è atterrato all'aeroporto di al-Mafraq, in Giordania, per consegnarle ai gruppi terroristici armati in Siria. Il canale informativo Al-Wahda ha citato fonti giordane dicendo che un aereo statunitense, carico anche di armi pesanti, é arrivato all'aeroporto di al-Mafraq per consegnare queste armi ai gruppi di mercenari e terroristi armati che dovrebbero presto diventare operativi in territorio siriano, riferendosi a un nuovo lotto di 1500 uomini armati, attualmente residenti nel campo di al-Zaatari, i quali sono stati addestrati per combattere e all'utilizzo di armi per unirsi ai circa 50.000 altri mercenari giá in Siria. Funzionari della sicurezza degli Stati Uniti hanno svelato che il Congresso degli Stati Uniti aveva segretamente approvato un disegno di legge per finanziare spedizioni di armi ai gruppi di mercenari e terroristi di varie nazionalitá giunti in Siria attraverso la Giordania

SFP - 02/03/2014 - http://wp.me/p1P9ia-7os

Esponenti armati appartenenti alla cosiddetta "Brigata dell'Islam", nella periferia di Damasco, sostenuti e gestiti dai servizi sauditi, indossano magliette pubblicitarie della società di comunicazione "MTN" di proprietà del primo Ministro libanese Najib Miqati e di suo fratello Azmi!!!!!!. Al Assad disse: "Non potranno mai cambiare ciò che è insito nelle nostre anime, perché esso è glorioso, solido e di profonde radici che è il nazionalismo che corre nelle nostre vene, la Siria è più cara di qualsiasi cosa al Mondo.

Il Presidente Bashar al Assad 6 gennaio 2013.

Aleppo. Un colpo che spezza i seguacci di bani sahion da parte del nostro Falco che spazza via un centro di fabbricazione di cariche esplosive, un deposito di armi e munizioni, un fonderia di ferro e rame con missili di fabbricazione locale nella zona del Monte al Zohour nei dintorni delle residenze di Hanano frazione di Shaikh Najjar vecchio.

TERRORISTI DI KERRY DECAPITANO CITTADINO A HOMS [sempre sotto l'egida dello ONU, ma, decapitare i dhimmi, quelo che hanno fatto in 1400 anni, gli islamici sauditi salafiti? non sono mai cambialti! ] Il Centro Siriano per la Documentazione ha pubblicato online un video in cui mostra un gruppo di uomini armati, probabilmente di al-Nusra o similari affiliati, mentre decapitano un cittadino nella campagna Homs.

Il motivo della condanna a morte di questo uomo disarmato sarebbe il suo patriottismo e la sua fiducia nel governo siriano e nell'esercito siriano, che in questi giorni stanno ripulendo l'area dalle continue infiltrazioni dal Libano di fanatici mercenari e terroristi stranieri. Oltre alla barbarica esecuzione, degna solo degli uomini delle caverne, quello che anche colpisce particolarmente sono le risate di scherno della piccola folla che assiste urlante alla scena: dopo la decapitazione, mentre il sangue ancora fuoriesce dal corpo esanime, si sento distintamente gli sghignazzi di alcuni presenti, divertiti dalla crudele azione omicida a sangue freddo.

Ma ció che ancor di piú fa rabbrividire é notare la presenza di alcuni ragazzini sui 7-10 anni (come si vede dalla foto allegata) tra cui uno particolarmente piccolo, che appare chiaramente atterrito, anche se sotto l'ala protettrice del padre carnefice tagliateste che in questo modo lo istruisce alla vita...

Siate stramaledetti per l'eternitá, brutta razza di sub-umani senza cervello né anima servi di satana. Per il male che avete fatto a quell'uomo disarmato e per il male che state facendo a quelle giovani creature incoscienti, che il vostro posto possa essere, sino alla fine dei tempi infiniti, un inferno di sterco di maiale nel quale possiate affogare in continuazione, ancora e ancora e ancora e ancora e ancora...

(il video é al momento disponibile anche su Youtube a questo link http://www.youtube.com/watch?v=Dsbj-mNaODQ sinché non lo rimuoveranno, ma vi raccomandiamo di essere di stomaco forte per vederlo e facendo attenzione a chi vi é al fianco). ALEPPO - HOMS - DEIR AL-ZOUR

OPERAZIONI MILITARI DELL'ESERCITO ARABO SIRIANO

mattinata di martedí 4 febbraio 2014

Deir Al-Zour - L'Esercito Arabo Siriano bombarda le roccaforti di al-Nusra nel quartiere periferico di al-Hweqa, nella città di Deir Ezzor, uccidendo molti terroristi.

Homs - L'Esercito Arabo Siriano prende di mira la roccaforte dei mercenari takfiri installata ad al-Hosn, cittadina nella campagna di Homs, provocando ingenti perdite tra i terroristi e la distruzione delle loro armi, apparecchiature belliche e radio-trasmittenti.

Aleppo - Dopo essere risucito a far evacuare i residenti e averli messi in salvo, al momento l'Esercito Arabo Siriano sta bombardando i quartieri di al-Marjeh, al-Sha'ar, al-Haydarya e Masaken Hanano.

SFP - FFP

ShoahTolosaVsIMFnaz

Turchia: arrestati spie danesi e siriane sul confine con la Siria come dichiarato dallo Stato Maggiore Generale turco che la gendarmeria in guardia lungo il confine turco - siriano ha catturato tre danesi e due siriani con borse contenenti strumenti e merci elettroniche di diversi tipi e ciò avvenuto mentre entravano in territorio turco illegalmente. la stessa fonte ha dichiarato che gli accertamenti sono ancora in corso. Lavrov invita gli Stati Uniti ad avere contatti con tutte le parti in Siria, eccetto i terroristi, Accordo tra la Mezzaluna Rossa siriana e l'UNHCR per fornire aiuti umanitari alle persone colpite

L'Organizzazione della Mezzaluna Rossa Araba Siriana e l'Alto Commissario per i rifugiati in Siria (UNHCR) hanno firmato un accordo di cooperazione per il 2014 sul sostegno dei centri della mezzaluna rossa nei governatorati di Damasco, Homs, Aleppo, Tartus Latakia, con delle attrezzature mediche necessarie.

Due cargo russi che trasportano 52 tonnellate aiuti umanitari forniti dalla Russia al popolo siriano, sotto embargo economico e attacchi terroristici, atterrati oggi all'aeroporto al-Bassel di Latakia.

ShoahTolosaVsIMFnaz

tutte le bugie del pinocchio Kerry [ Baghdad ritrova fabbriche di armi chimiche e gas Sarin dei terroristi. ] L'ex aiuto Ambasciatore USA in Siria, dichiara: "siamo arrivati ad muro chiuso in Siria, non ci aspettavamo la resistenza dell'Esercito siriano e non ci aspettavamo che Hizbullah possa partecipare nella battaglia". "Non ci aspettavamo che le posizioni dell'Iran e della Russia siano con questa forza come non ci aspettavamo che l'opposizione possa essere così debole". Baghdad ritrova fabbriche di armi chimiche e gas Sarin dei terroristi. Il Procuratore più anziano del Ministero dell'interno iracheno, Adnan Al Assadi, ha dichiarato che le forze di sicurezza ha rintracciato fabbriche di armi chimiche e di Gas Sarin appartenenti ai gruppi terroristici, evidenziando che queste fabbriche sono poche e che ora sono sotto il controllo delle forze di sicurezza.


5 febbraio. ISIL: donne mercenarie a 25.000 SP (200 $) al mese. Il cosí detto "Stato islamico d'Iraq e Levante" (ISIL), un branco di onanisti pagliacci sgozzapecore, ha costituito due battaglioni terroristici di donne, nella provincia di Raqqa, per scoprire infiltrati delle altre bande mercenarie concorrenti, i quali cercano, travestiti da donne, di passare attraverso i loro checkpoint ISIL senza essere fermati. L'organizzazione ha fatto un appello alle donne per unirsi ai gruppi terroristici di "al-Khansaa" e "Um al-Rayan". Le condizioni per essere assunte sono che le donne siano di età compresa tra i 18 e i 25 anni, per una paga di 25 mila Syrian Pounds, meno di 200 $ al mese, impegnandosi a lavorare a tempo pieno con l'organizzazione e disponibili ad ogni tipo di prestazione sessuale con i membri maschi adulti, ovviamente in nome della Sex-Jihad. Praticamente prostitute & kamikaze a buon mercato, cedute sin dalla tenera infanzia da genitori di famiglie numerose, i quali incassano poi il mensile pattuito, affinché possano essere meglio plagiate e plasmate ai voleri dei dirigenti di tali gruppi di mercenari terroristi. Entrambi i battaglioni vengono poi inviati come pattuglie nelle strade di alcuni quartieri della città di Raqqa per istituiire una serie di posti di blocco per controllare le donne. Un loro leader, Ibrahim al-Muslim, ha detto ad un reporter di "al- Sharq al- Awsat" che la notizia trapelata e giunta all'ISIL é che alcuni attivisti delle altre bande mercenarie concorrenti si travestono da donne per passare attraverso i posti di blocco dell'organizzazione senza essere individuati.

Ibrahim al-Muslim, originario di Raqqa, ha detto che la costituzione di nuclei femminili era l'unica soluzione per l'ISIL per arginare questo fenomeno, in quanto gli uomini membri dell'organizzazione non possono controllare pubblicamente e fisicamente le donne. I mercenari dell'ISIL hanno preso il controllo su alcuni quartieri della città di Raqqa, dove impongono primitive e severe norme ai residenti locali, tenuti in stato di prigionia e come scudi umani nelle mani di questi criminali, sotto la pena della fustigazione e ancor peggiori menomazioni e umiliazioni fisiche.

SFP- 5/2/2014

http://wp.me/p1P9ia-7qV

Homs: Unità dell'Esercito arabo Siriano in collaborazione con la difesa nazionale mette in atto un'imboscata per gli esponenti di un gruppo terroristico che aveva tentato di infiltrarsi nella zona di al Rayan e Soukkara provocando l'eliminazione di 8 terroristi armati. 5 febbraio. Vice ministro degli esteri, Mikdad: il popolo siriano è il principale fattore su cui la leadership conta in ogni fase. Siria, Aleppo, Marcia popolare in piazza Sa'adullah Al-Jaberi e le vie di Aleppo in sostegno all'esercito nazionale siriano che affronta il terrorismo e difende la patria. #Siria- #Onu- #OPAC, Firmato nuovo accordo sullo status giuridico della missione dell'eliminazione delle armi chimiche. Il Ministero degli Affari Esteri e degli Espatriati firmato con le Nazioni Unite e l'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche "OPAC" accordo che definisce lo status giuridico della missione congiunta per l'eliminazione delle armi chimiche in Siria. Il Ministero ha inoltre firmato con l'ONU e l'OPAC un memorandum d'intesa sulla protezione dei servizi medici e servizi di evacuazione medica della missione congiunta in caso di emergenza.

Più di 40 terroristi mercenari sono stati uccisi in un loro tentativo di infiltrarsi nella Cima del Profeta Younes, alcuni cadaveri sono ancora per terra che non riescono a prelevare o avvicinarsi ad essi. i nomi sono elencati di seguito. Homs - al Zara: eliminata un intero gruppo terroristico guidato dal disertore Bassel Khalid al Alì. 5 febbraio. Homs - Bab El Sibaa: terminata l'emergenza a Bab El Sibaa a seguito dell'attacco da parte di terroristi mercenari e il loro insediamento in tre edifici, e a seguito pressione da parte dell'Esercito Arabo siriano si sono riuniti in unico edificio, l'Esercito Arabo siriano era riuscito a mettere in salvo i civili ed iniziare la suo caccia ai terroristi con determinazione uccidendo 42 terrorista sicario. Purtroppo nelle fila del Glorioso Esercito Arabo Siriano son caduti due martiri e 13 feriti.

Siria, terroristi all'interno del campo profughi Yarmouk aprono il fuoco sugli operai che coordinano la distribuzione di aiuti umanitari, Aleppo: Almeno 9martiri,19 feriti nell'attacco terroristico con colpi di mortaio sui quartieri Jamiliya e Almcharqa tra le vittime 5 bambini, Siria, In collaborazione con l'esercito, mezzaluna siriana e il governatorato di Homs, sono stati evacuati, oggi, 83 civili dalla città vecchia di Homs. TG 24 Siria

7 febbraio . ALCUNE BANDE DI TERRORISTI ARMATI IN ALEPPO

(dopo le mazzate prese e visto il loro fallimento a Ginevra-2)

ORA OFFRONO LA RESA PER LA RICONCILIAZIONE.

Molti miliziani in Aleppo vogliono fare accordi di riconciliazione simili a quelli che sono stati fatti in al-Mouadamiah, Barzeh e Qaboon a Damasco.

Il rappresentante del Ministero siriano Nazionale della Riconciliazione in Aleppo, Fadi Ahmad Ismaeel, ha confermato queste informazioni in una dichiarazione esclusiva all'agenzia siriana di informazioni 'Breaking News', sottolineando che "molti miliziani in vaste aree di Aleppo e della sua campagna vogliono riconciliarsi.

Il funzionario siriano si è astenuto dal rivelare i nomi di questi miliziani che hanno il "desiderio di riconciliarsi", e neppure ha specificato quali siano le areee/quartieri interessati e che stanno lavorando per raggiungere accordi simili ad al-Mouadamiah, giustificando la sua riservatezza con motivazioni che riguardano "la prudenza necessaria per realizzare la riconciliazione con successo".

Fadi Ahmad Ismaeel ha rivelato peró che questo "desiderio di riconciliazione", dimostrato da parte di alcune bande armate, é arrivato "dopo che esse hanno scoperto (dopo Ginevra 2) che la coalizione dell'opposizione (SNC) non rappresenta nessuno, eccetto se stessa, e che sta invece lavorando in base agli ordini del giorno ricevuti da sauditi e americani".

Inoltre, i media hanno evidenziato che questa riconciliazione di Aleppo mira a raggiungere accordi simili a quelli che hanno avuto luogo in alcune zone di al-Mouadamiah, Barzeh e Qaboon in Damasco.

SFP - http://wp.me/p1P9ia-7ux



ShoahTolosaVsIMFnaz


Siria, attacco terroristico con colpi di mortaio su convoglio aiuti umanitari diretto alla città vecchia di Homs, 1camion entrato,2 ritirati. Siria, Terroristi assaltano le due linee di alta tensione nella regione centrale provoca interruzioni di corrente in province Aleppo e Idlib, Siria, terroristi assassinano l'ing. Ali Ghazal, sindaco di Qarfa, in sobborgo Daraa, ordigno di fabbricazione israeliana attaccato all'auto, Siria, Marcia popolare a Ghezlanieh, periferia est di Damasco, Ghouta, ringraziando l'esercito x bonifica loro città http://t.co/5dVglbviSA Siria, Marcia popolare in Quartiere Mazzeh a Damasco, per esprimere gratitudine ai sacrifici dell'esercito siriano http://t.co/bCh0IcSQjK Siria, Marcia popolare a Sabboura, periferia di Damasco in sostegno all'esercito nella sua lotta contro il terrorismo http://t.co/WZZ5PPgBp3 Siria, Marcia popolare a Naher Aesha in periferia di Damasco, in sostegno all'esercito e alla leadership siriana http://t.co/aYdfcarx2m

ShoahTolosaVsIMFnaz

[traffico di organi, sotto l'egida delle, EU, USA, Lega ARaba, Turchia, ONU] Siria, 40 civili cristiani erano pronti ad uscire dalla città vecchia di Homs, ma sono stati impediti dai terroristi,@Almayadeennews. Siria, sindaco di Homs: dopo l'ingresso del convoglio in città vecchia, diventa responsabilità delle Nazioni unite e i gruppi armati. Militanti sponsorizzati in Siria sono coinvolti nel traffico di organi, con l'aiuto di aziende private con sede in Turchia, rapporti dicono.

ShoahTolosaVsIMFnaz

Palestina occupata da palestinesi jihadisti salafiti, per il califfato mondiale, la UMMA, senza libertà di coscienza e religione, snza democrazia, per gli schhiavi dimmi, sotto l'egida dello ONU, la grande Nazione Araba: per il genocidio del genere umano, [] Esplosa autobomba a Tel Aviv, ucciso un israeliano

ShoahTolosaVsIMFnaz

Siria, Homs, i gruppi terroristici prendono in ostaggio gli operatori delle nazioni uniti all'interno della città vecchia. Siria, governatore di Homs: il team della Mezzaluna Rossa e la squadra delle NU,sequestrati da terroristi, sono stati liberati e stanno bene. Raid dell'aviazione siriana su postazioni dei terroristi takfiri di Al-Nusra e Ahrar Al-Sham, intorno alla prigione centrale di Aleppo, Arabia Saudita, incendio in un albergo a mecca, uccisi 15 egiziani feriti altri 139, Siria, l'emiro del Fronte Nusra annuncia mobilizzazione insieme al FSA contro l'ISIL in periferia di Dayr Ezzour, in corso violenti scontri, [ Ieri ] Palestina: Esplosa autobomba a Tel Aviv, ucciso un israeliano.

ShoahTolosaVsIMFnaz

[ tutto il terrorismo della LEGA ARABA, per il Califfato mondiale, sotto l'egida dell'ONU ] Mezzaluna Rossa siriana: la consegna di 250pacchi alimentari al quartiere cristiano Hamidya, controllato da terroristi,città vecchia di Homs. Aleppo: eliminato un gruppo terroristico a Ain Assan - il servizio è dell'emittente Al Manar

حلب القضاء على مجموعة ارهابية في عين عسان تقرير قناة المنار 8 ... Siria, Raqqa, I terroristi dell'ISIL applicano la lapidazione su una ragazza siriana accusandola di avere un account di Facebook. Siria, Homs, terroristi saccheggiano le ambulanze del convoglio umanitario della mezzaluna rossa siriana e delle nazioni unite. CNN e Reuters dichiarano il fallimento dell'attacco al carcere di Aleppo con l'espulsione di più di 1100 aggressori per la maggioranza ceceni 700 e il resto di altre nazionalità.

L'evento è stato un vero e proprio inceneritore utilizzando aerei molto avanzati e bombe intelligenti.

ShoahTolosaVsIMFnaz

[] King saudi arabia, in which the title, this your terrorist, mercenary, Islamic salafis can enter into heaven? you're not fighting against Assad, you're fighting for your Caliphate World! Siria, ministro dell'Informazione conferma che il risultato del secondo round della Conferenza di Ginevra2, sarà sottoposto a un referendum. Aleppo: l'Esercito Arabo Siriano estende il suo controllo sulla rotatoria di al Marje insieme a numerosi quartieri, ciò dopo aver consolidato il controllo sulla zona di Al Ballora, al Shaikh Loutfi, Karm Al Qassr e Karm Al Tarab. Siria: L'emiro del fronte Nusra, e leader dell'attacco alla prigione centrale di Aleppo, il ceceno Saif Allah, neutralizzato dall'esercito negli scontri in prossimità del carcere. [] king saudi arabia, a che titolo, questo tuo terrorista, mercenario, islamico può entrare in paradiso? tu non stai combattendo contro Assad, tu stai combattendo per il tuo Califfato Mondiale!

Nymphomaniac, le foto dello scandalo 09 febbraio, [] criminali, omosessuali, evoluzionisti, satanisti, massoni, Bildenberg, ONU, hanno preso il controllo delle Istituzioni Occidentali, per la rovina, e la distruzione definitiva dei popoli


09 febbraio, #bRUXELLES, [ UE, ONU, Bildenberg, FMI, i ladri della sovranità monetaria, hanno deciso di distruggere, i popoli! senza un limite alla immigrazione, significa fare, una invasione, dilagare la prostituzione, il crimine e la mafia, significa, creare, un movimento, sovversivo mafioso, contro, le istituzioni dello Stato, è un atto criminale, quanto, destabilizzante. ] La Commissione europea, ''si rammarica del fatto, che, un'iniziativa, per l'introduzione di limiti quantitativi all'immigrazione, sia stata approvata. Questo va contro il principio della libera circolazione delle persone tra l'Ue e la Svizzera". Così la Commissione Ue commenta l'esito del referendum svizzero. "L'Ue esaminerà le implicazioni di questa iniziativa popolare per i rapporti Ue-Svizzera... anche la posizione del Consiglio Federale su questo risultato sarà presa in considerazione".

EvolutionisReligion

my YHWH, misdadigers, glo om heilig te wees, of, om reg te wees, maar hulle het nie verstaan​​: 1. my posisie is, kan nie betwis word, sonder dat hulle reeds tot die dood veroordeel (want Ek is die: REI UNIUS goewerneur Ek is 'n politikus, wat verbind, so, ons militêre Verenigde Koninkryk) 2. Wat kan ek dwaal in verkeerde, of, as ek nie weet nie? Maar, kennis is nie 'n probleem vir jou, want jy kan nie foute maak .. 3. geen, kan voortgaan, te ontken, 'n tuisland vir al die Jode, in die wêreld is, waarom, ek noem hulle! [vir nou, tevrede wees om te sterf, dhimmi, van, 'n slaaf, onder die vaandel van die VN, die EU, die VSA, Arabiese Liga, 666, IMF, FED, Spa, NWO, ECB] dis hoekom, salafis, phariees, in messelwerk, ontwerp, 'n nuwe, die Monument, teen Israel

my YHWH, kriminelët, besoj të jetë e shenjtë, ose, për të qenë të drejtë, por ata nuk e kuptuan: 1. pozicionin tim, nuk mund të kundërshtohet, pa tashmë janë dënuar me vdekje (sepse, unë jam: REI UNIUS GOVERNOR: Unë jam politikan, që kryen, në mënyrë, jonë United Kingdom ushtarake) 2. çfarë, unë mund të endet, në gabim, ose, si, unë nuk e di? Megjithatë, njohja nuk është një çështje për ju, sepse, ju nuk mund të bëjë gabime .. 3. asnjë, mund të vazhdojë, për të mohuar, një atdhe për të gjithë hebrenjtë, në botë, pse, unë jam duke i quajtur ato! [tani për tani, të jetë përmbajtje të vdesin, dhimni, e, një rob, nën, kujdesin e OKB-së, BE, SHBA, Lidhjes Arabe, 666, FMN, FED, Spa, NWO, ECB] Kjo është arsyeja pse, Selefite, phariees, në mur, kanë projektuar, një të re, Holokaustin, kundër, Izraeli

بلدي يهوه، والمجرمين، ويعتقد أن تكون مقدسة، أو أن يكون على حق، لكنهم لم يفهموا: 1. موقفي، لا يمكن الطعن فيها، دون أن يكون قد تم بالفعل حكم عليه بالإعدام (لأنه، أنا: بتصفح الخط الفاصل محافظ: أنا سياسي، أن تلتزم، لذلك، لدينا المملكة المتحدة العسكرية) 2. ما، ويمكنني أن يهيمون على وجوههم، في الخطأ، أو كما، وأنا لا أعرف؟ ومع ذلك، والمعرفة ليست قضية بالنسبة لك، لأنه، لا يمكن أن يخطئ .. 3. لا شيء، ويمكن أن تستمر، لحرمان، وطن لجميع اليهود، في العالم، لماذا، أنا دعوتهم! [في الوقت الحالي، يكون مضمون للموت، الذمي، من، عبدا، تحت، رعاية الأمم المتحدة والاتحاد الأوروبي والولايات المتحدة الأمريكية والجامعة العربية، 666، صندوق النقد الدولي، FED، سبا، NWO، البنك المركزي الأوروبي] وهذا هو السبب، السلفيين، phariees، في البناء، وقد صممت، وهي جديدة، المحرقة، ضد، إسرائيل

YHWH mənim, cinayətkarlar, müqəddəs hesab, və ya, doğru, lakin onlar başa düşmədim: 1. 2 mənim mövqeyim, (: Rei UNIUS GOVERNOR I öhdəliyini bir siyasətçi, am, belə ki, bizim hərbi United Kingdom Mən am, çünki) artıq ölüm cəzasına məhkum edilmədən, etiraz edilə bilməz. nə, mən səhv, və ya, kimi, mən bilmirəm, gezmek bilər? Siz səhv edə bilməz, çünki Lakin, bilik, sizin üçün bir məsələ deyil .. 3. none, dünyada, niyə, mən onlara zəng edirəm, bütün yəhudilər üçün bir vətən inkar etmək, davam edə bilərsiniz! [indi üçün, ölmək məzmun, dhimmi,, bir qul, altında, himayəsi BMT, Aİ, ABŞ, ARAB LEAGUE, 666, BVF, FED, Spa, NWO, AMB] ki, niyə sələfilər, phariees var, hörgü, İsrail, qarşı, bir yeni, Holokost dizayn


Իմ YHWH, հանցագործները, կարծում է, սուրբ, կամ, ճիշտ է, բայց նրանք չեն հասկանում: 1. իմ դիրքորոշումը, չի կարող վիճարկվել, առանց արդեն դատապարտվել է մահվան (քանի որ, ես եմ: rei UNIUS GOVERNOR: Ես քաղաքական գործիչ է, որ պարտավորվում է, այնպես որ, մեր ռազմական Միացյալ Թագավորություն) 2. ինչ է, ես կարող եմ թափառել, որ սխալ է, կամ, ինչպես, ես չգիտեմ. Սակայն, գիտելիքը խնդիր չէ ձեզ համար, քանի որ, դուք չեք կարող սխալներ .. 3. մեկը, կարող է շարունակել, պետք է մերժել, որը հայրենիքը բոլոր հրեաների, աշխարհում, ինչու, ես կոչ եմ անում նրանց. [հիմա, պետք է գոհ է մեռնել, dhimmi, եւ մի ստրուկ, տակ, հովանու ՄԱԿ - ի, ԵՄ - ն, ԱՄՆ - ի, Արաբական պետությունների լիգայի, 666, Արժույթի միջազգային հիմնադրամի, կերակրում Տներ, NWO, ԵԿԲ] Ահա թե ինչու, salafis, phariees, որմնադրության, որ նախատեսված է, որ նոր, Հոլոքոստը, դեմ, Իսրայել

мой Гасподзь, злачынцы, лічым святым, або, быць правым, але яны не разумелі: 1. мая пазіцыя, не могуць быць аспрэчаныя, не будучы ўжо прысуджаны да смяротнага пакарання (таму што, я: REI UNIUS Губернатар: Я палітык, што здзяйсняе, таму, нашы ваенныя Вялікабрытанія) 2. што, я магу блукаць, у не так, або, як, я не ведаю,? Аднак, веданне не з'яўляецца праблемай для вас, таму што вы не можаце рабіць памылкі .. 3. не, не можа працягвацца, адмаўляць, радзімы для ўсіх габрэяў, у свеце, таму, я іх называць! [На дадзены момант, здавольвацца памерці, Зіма, з, раб, пад, эгідай ААН, ЕС, ЗША, Лігі арабскіх дзяржаў, 666, МВФ, ФРС, спа, СВО, ЕЦБ] Вось чаму, салафіты, phariees, ў цагляным муры, распрацавалі, у новы, Халакост, супраць, Ізраіль

moj JHVH, kriminalci, vjeruju da je sveti, ili biti u pravu, ali oni nisu razumjeli: 1. moj stav, ne može biti osporena, a da već osuđen na smrt (jer, ja sam: REI UNIUS GUVERNER: Ja sam političar, koji čini, tako, naše vojne United Kingdom) 2. ono, mogu lutati, u pogrešno, ili, kao, ne znam? Međutim, znanje nije problem za vas, jer ne možete napraviti greške .. 3. ništa, mogu nastaviti, da negira, domovina za sve Jevreje, u svijetu, zašto, ja ih zovem! [za sada, biti zadovoljni da umre, dhimmi, o, rob, pod, okriljem UN-a, EU, SAD, Arapska liga, 666, MMF-a, FED, Spa, NWO, ECB] to je zato, selefije, phariees, u zidovima, su dizajnirani, kao nova, holokaust, protiv, Izrael

ми YHWH, престъпници, смятат да бъдем святи, или да се прави, но те не разбират: 1. моята позиция, не може да бъде оспорено, без да са били вече осъден на смърт (защото, аз съм: REI UNIUS УПРАВИТЕЛ: Аз съм политик, който се ангажира, така, нашата военна United Kingdom) 2. какво, не мога да се скитат, в неправилна, или, както аз не знам? обаче, знанието не е проблем за вас, защото вие не можете да правите грешки .. 3. никой, може да продължи, за да се отрече, родина за всички евреи в света, защо, аз съм наричайки ги! [за сега, да е съдържание, за да умре, dhimmi, на, роб, под, егидата на ООН, ЕС, САЩ, Арабската лига, 666, МВФ, FED, Spa, NWO, ЕЦБ] Ето защо, salafis, phariees, в зидария, са проектирани, един нов, Холокоста, срещу, Израел

el meu YHWH, els delinqüents, creuen que és sant, o, per ser just, però ells no van entendre: 1. la meva posició, no pot ser impugnada, sense haver estat ja condemnat a mort (perquè, sóc el: REI unius GOVERNADOR: Jo sóc un polític, que es compromet, pel que, als nostres militars Regne Unit) 2. què, puc passejar, en mal, o, com, no sé? No obstant això, el coneixement no és un problema per a vostè, ja que, no es pot cometre errors .. 3. cap, pot continuar, de negar, una pàtria per a tots els jueus, en el món, per què, estic a trucar! [Per ara, estar content de morir, dhimmi, d', un esclau, sota, l'ègida de l'ONU, la UE, EUA, LLIGA ARABE, 666, FMI, FED, Spa, NWO, BCE] És per això que, salafistes, phariees, en obra, han dissenyat, una nova, l'Holocaust, en contra, Israel

můj JHVH, zločinci, věří, že je svatý, nebo být v pořádku, ale oni nerozuměli: 1. můj postoj, nemůže být zpochybněna, aniž by byl již odsouzen k trestu smrti (protože jsem: REI UNIUS GUVERNÉR: Jsem politik, který se dopustí, aby naše armáda Velká Británie) 2. co mohu toulat, v pořádku, nebo, jako, já nevím? Nicméně, poznání není problém pro vás, protože nemůžete udělat chybu .. 3. nikdo, může pokračovat, popírat, vlast pro všechny Židy, ve světě, proč jsem jim volat! [nyní, bude obsah zemřít, dhimmi, z, otrok, pod, záštitou OSN, EU, USA, Liga arabských států, 666, MMF, FED, Spa, NWO, ECB] to je důvod, proč salafi, phariees, do zdiva, jsou navrženy tak, je nový, holocaust, proti, Izrael

我的耶和華,罪犯,認為是神聖的,或者,是對的,但他們不明白:1。我的立場,不能被挑戰,沒有處於被已經被判死刑(因為,我是:REI UNIUS總督:我是一個政治家,那承諾,因此,我們的軍事英國)2。什麼,我可以漫步,在錯的,或者,因為,我不知道嗎?然而,知識是不是一個問題給你,因為,你不能犯錯誤..3。沒有,可以繼續,否認,家園為所有的猶太人,在世界上,為什麼,我打電話給他們! [就目前而言,滿足於死,dhimmi,中,奴隸,下,主持了聯合國,歐盟,美國,阿拉伯國家聯盟,666,國際貨幣基金組織,美聯儲,溫泉,蘇國,歐洲央行]這就是為什麼,沙拉菲派,phariees,在磚石,已經設計,一個新的,大屠殺,反對以色列

YHWH , 범죄자, 거룩한 것으로 믿고, 또는 오른쪽으로,하지만 그들은 이해하지 못했다 : 1. 2 내 위치는 (: REI UNIUS 총재 내가 저지른 정치인,, 그래서, 우리의 군사 영국 나는 어디로 때문에) 이미 사형을 선고 한하지 않고, 도전을 할 수 없습니다. 무엇을, 내가 잘못에,, 또는,, 난 몰라 방황 할 수 있습니까? 당신이 실수를 할 수 있기 때문에, 지식은 당신을 위해 문제가되지 않습니다 .. 3. 아무도, 세계에서, , 내가 그들을 전화 했어, 모든 유대인의 고향을 거부하는​​, 계속 수 있습니다! [지금은 죽을 내용이 될 dhimmi의 노예, 아래의 보호 UN, EU, 미국, 아랍 연맹, 666, IMF, FED, 스파, NWO, ECB] 그 이유는, salafis, phariees, 벽돌에, 이스라엘에 대해, 새로운, 홀로 코스트를 설계했다


mwen YHWH, kriminèl yo, kwè ke yo dwe apa pou Bondye, oswa, yo dwe gen dwa yo, men yo pa t 'konprann: 1. pozisyon m 'yo, yo pa kapab defye, san yo pa gen te deja kondannen l' amò (paske, se mwen menm: Reyi UNIUS Gouvènè a: Mwen se yon politisyen, ki komèt, se konsa, militè nou Wayòm Ini) 2. sa, mwen ka moute desann, nan sa ki mal,, oswa, kòm, mwen pa konnen? sepandan, konesans se pa yon pwoblèm pou ou, paske, ou pa ka fè erè .. 3. Pa gen yonn, yo ka kontinye, refize, yon peyi pou tout jwif yo, nan mond lan, poukisa, mwen rele yo! [pou kounye a, pou nou kontan yo mouri, dhimmi, nan, yon esklav, anba, ospis la nan Nasyonzini, Inyon Ewopeyen, USA, Arab League, 666, Fon Monetè Entènasyonal, FEDERAL, Spa, nwo, BCE] Se poutèt sa, salafist, phariees, nan nan masonry, yo te fèt, yon nouvo, Olokòs la, kont, pèp Izrayèl la

EvolutionisReligion

my YHWH, kriminalci, vjerujem da bude sveta, ili, da bude u pravu, ali oni nisu razumjeli: 1. Moj je stav, ne može se osporiti, bez da je već osuđen na smrt (jer, ja sam: REI UNIUS GUVERNER: ja sam političar, koji počini, tako, naš vojni Velika Britanija) 2. ono, mogu lutati, u krivu, ili, kao što je, ne znam? No, znanje nije problem za vas, jer, ne možeš pogriješiti .. 3. nitko, može se nastaviti, poricati, domovinu svih Židova, u svijetu, zašto, ja sam ih zvati! [za sada, biti zadovoljan umrijeti, dhimmi, od, rob, pod, okriljem UN-a, EU, SAD-a, Arapske lige, 666, MMF-a, FED, Spa, NWO, ECB] Zato, salafis, phariees, u zidovima, su dizajnirani, jedan novi, holokaust, protiv, Izrael

min YHWH, kriminelle, mener at være hellig, eller, for at være rigtigt, men de forstod ikke: 1.. min position, kan ikke anfægtes, uden at have været allerede dømt til døden (fordi, jeg er: REI UNIUS Guvernør Jeg er en politiker, der begår, så vores militære Storbritannien) 2.. hvad, jeg kan vandre i forkert, eller, som jeg ikke kender? Men viden er ikke et problem for dig, fordi du ikke kan lave fejl .. 3. ingen kan fortsætte, at benægte, et hjemland for alle jøder i verden, hvorfor, jeg ringer dem! [for nu, være tilfredse med at dø, dhimmi, af, en slave, under, ledelse af FN, EU, USA, Den Arabiske Liga, 666, IMF, FED, spa, NWO, ECB] det er derfor, salafister, phariees, i murværk, har designet en ny, Holocaust, imod, Israel

שלי ה ', פושעים, מאמינים שהוא קדוש, או, להיות צודקים, אבל הם לא מבינים: 1. העמדה שלי, לא ניתן תהיה לערער, מבלי שכבר נידון למוות (כי אני: REI UNIUS הנגיד: אני פוליטיקאי, שמתחייב, ולכן, בריטניה הצבאית שלנו) 2. מה, אני יכול לשוטט, בהלא נכון, או, כפי שאני לא יודע? עם זאת, ידע הוא לא בעיה בשבילך, כי אתה לא יכול לעשות טעויות .. 3. אף אחד, יכול להמשיך, להכחיש, מולדת לכל היהודים, בעולם, למה, אני קורא להם! [לעת עתה, תסתפק למות, בני חסות, של, עבדים, תחת, חסותו של האו"ם, איחוד אירופי, ארצות הברית, ליגה ערבית, 666, קרן המטבע הבינלאומית, FED, ספא, NWO, הבנק המרכזי של אירופה] בגלל זה, הסלפים, phariees,בבנייה, עיצבו, חדשה, שואה, נגד, ישראל

mia YHWH, krimuloj, kredu al la sanktaj aferoj, aŭ, pravi, sed ili ne komprenis: 1. mian postenon, ne povas esti defiis, sen esti estinta jam mortkondamnita (ĉar mi estas la: REI UNIUS GUBERNIESTRO: Mi estas politikisto, kiu faras, do, niaj militistoj Britio) 2. kion mi povas vagi, en erara, aŭ, kiel, mi ne scias? tamen scio ne estas demando por vi, ĉar vi ne povas fari erarojn .. 3. neniu, povas daŭrigi, nei, patrujo por ĉiuj judoj, en la mondo, kial, mi vokas ilin! [nuntempe, kontente mortas, dhimmi, de, sklavo, sub la egido de UN, EU, Usono, Araba Ligo, 666, IMF, nutritaj, Spa, NWO, BCE] jen kial, salafis, phariees, en albañilería, jam desegnita, kun nova, la holokaŭsto, kontraŭ, Israelo


minu YHWH, kurjategijad, usume, et olla püha või olla õige, aga nad ei saanud aru: 1. minu seisukoht, mida ei saa vaidlustada, ilma et seda oleks juba surma mõistetud (sest ma olen: REI UNIUS kuberner olen poliitik, mis kohustab, et meie sõjaline Ühendkuningriik) 2. mida ma ei tiir, et vale, või, nagu ma ei tea? aga teadmised ei ole küsimus teile, sest te ei saa eksida .. 3. ei ole, võib jätkata, eitada, kodumaa eest kõik juudid kogu maailmas, miks, ma helistan neile! [Praegu on sisu surra, dhimmi, of, ori, all, egiidi ÜRO, EL, USA, Araabia Liiga, 666, IMF, FED, Spa, NWO, EKP] sellepärast, salafis, phariees, müüritise, on konstrueeritud, uus, holokausti vastu, Iisrael


aking YHWH, mga kriminal, naniniwala na maging banal, o, upang maging karapatan, ngunit hindi nila naintindihan: 1. aking posisyon, hindi maaaring hinamon, nang walang pagkakaroon ng pag-na sentenced sa kamatayan (dahil, Ako ang: Rei UNIUS Gobernador: Ako ay isang politiko, na commits, kaya, ang aming militar United Kingdom) 2. ano, maaari ba akong malihis, sa maling,, o, bilang, hindi ko alam? gayunpaman, ang kaalaman ay hindi isang isyu para sa iyo, dahil, hindi ka makakagawa ng mga pagkakamali .. 3. none, maaaring magpatuloy, upang tanggihan, isang tinubuang-bayan para sa lahat ng mga Hudyo, sa mundo, bakit, ako ng pagtawag sa kanila! [para sa ngayon, maging nilalaman upang mamatay, dhimmi, ng, isang alipin, sa ilalim, ang pagtanggol ng UN, EU, USA, Arab LEAGUE, 666, IMF, FED, Spa, NWO, ECB] na ang dahilan kung bakit, salafis, phariees, sa pagmamason, na dinisenyo, isang bagong, ang Holocaust, laban sa, Israel

minun YHWH, rikolliset, uskovat olevan pyhä, tai olla oikeassa, mutta he eivät ymmärtäneet: 1. kantani, ei voida kyseenalaistaa, ilman että sitä on jo tuomittu kuolemaan (koska olen: REI UNIUS kuvernööri Olen poliitikko, joka tekee, niin, meidän armeijamme Yhdistynyt kuningaskunta) 2. mitä, en voi vaeltaa, väärässä, tai, kuten, en tiedä? kuitenkin, tieto ei ole ongelma sinulle, koska et voi tehdä virheitä .. 3. none, voi jatkaa, kieltää, kotimaa kaikkien juutalaisten, maailmassa, miksi soitan heille! [nyt, tyytyä kuolla, dhimmi, of, orja, alle, YK: n suojeluksessa, EU, ​​USA, Arabiliiton, 666, IMF, FED, Spa, NWO, EKP] siksi, salafis, phariees, tiiliseinään, ovat suunnitelleet, uusi, holokaustin, vastaan​​, Israel

mon YHWH, criminels, croient être saint, ou, pour être exact, mais ils ne comprennent pas: 1. ma position, ne peut être contestée, sans avoir été déjà condamné à mort (parce que, je suis la: REI unius GOUVERNEUR: Je suis un homme politique, qui engage, ainsi, nos militaires Royaume-Uni) 2. ce qui, je peux errer, en mal, ou, comme, je ne sais pas? Cependant, la connaissance n'est pas un problème pour vous, parce que, vous ne pouvez pas faire des erreurs .. 3. Non, peut continuer de nier, une patrie pour tous les Juifs, dans le monde, pourquoi, je les appelle! [pour l'instant, être content de mourir, dhimmi, de, un esclave, sous, l'égide de l'ONU, l'UE, Etats-Unis, LIGUE ARABE, 666, FMI, FED, Spa, NWO, BCE] C'est pourquoi, salafistes phariees, en maçonnerie, ont conçu, une nouvelle, l'Holocauste, contre Israël

EvolutionisReligion

meu YHWH, os criminais, creo ser santo, ou, para estar seguro, pero eles non entenderon: 1. miña posición, non pode ser contestada, sen ser xa condenado á morte (porque, eu son o: REI uNiUs Gobernador: Eu son un político, que comete, polo que os nosos militares Reino Unido) 2. o que, podo pasar, o mal, ou, como, eu non sei? con todo, o coñecemento non é unha cuestión para ti, porque non pode cometer erros .. 3. ningún, pode seguir, de negar, unha patria para todos os xudeus, no mundo, por iso, eu estou chamando-os! [Por agora, se contentar en morrer, dhimmi, de, un escravo, por iniciativa da ONU, UE, EUA, Liga Árabe, 666, FMI, FED, Spa, AGORA, BCE] É por iso que, salafistas, phariees, en fábrica, ten proxectado, un novo, o Holocausto, contra, Israel

EvolutionisReligion

fy YHWH, troseddwyr, yn credu i fod yn sanctaidd, neu, i fod yn iawn, ond nad oeddent yn deall: 1. fy swydd, ni ellir ei herio, heb fod wedi eisoes wedi cael ei ddedfrydu i farwolaeth (oherwydd, yr wyf yn y: rei UNIUS LLYWODRAETHWYR: Yr wyf yn wleidydd, sy'n ymrwymo, felly, mae ein milwrol y Deyrnas Unedig) 2. beth, gallaf grwydro, yn anghywir,, neu, fel y, dwi ddim yn gwybod? Fodd bynnag, nid yw gwybodaeth yn broblem i chi, oherwydd, nad ydych yn gallu gwneud camgymeriadau .. 3. dim, yn gallu parhau, i wadu, famwlad ar gyfer yr holl Iddewon, yn y byd, pam, dw i'n eu galw! [ar hyn o bryd, yn fodlon i farw, dhimmi, o, yn gaethwas, o dan, nawdd y Cenhedloedd Unedig, yr UE, UDA, ARAB LEAGUE, 666, IMF, FED, Spa, NWO, ECB] dyna pam, salafis, phariees, mewn gwaith maen, wedi dylunio, yn newydd, yr Holocost, yn erbyn, Israel


ჩემი YHWH, კრიმინალები, გვჯერა, რომ იყოს წმინდა, ან, უნდა იყოს უფლება, მაგრამ არ მესმის: 1. ჩემი პოზიცია, რომ არ შეიძლება ეჭვქვეშ, გარეშე უკვე სიკვდილით (რადგან მე ვარ: REI UNIUS GOVERNOR: მე ვარ პოლიტიკოსი, რომელიც ჩაიდენს, ასე რომ, ჩვენი სამხედრო United Kingdom) 2. რა, მე შემიძლია wander, არასწორი, ან, როგორც, არ ვიცი? თუმცა ცოდნა არ არის საკითხი თქვენთვის, იმიტომ, რომ, ვერ უშვებენ შეცდომებს .. 3. არა, შეიძლება გაგრძელდეს, რომ უარყოფენ, სამშობლოს ყველა ებრაელები, მსოფლიოში, ამიტომ, მე მოუწოდებდა მათ! [ახლა, იყოს კმაყოფილი იღუპება, dhimmi, საქართველოს, მონა, ქვეშ, ეგიდით, გაეროს, ევროკავშირის, ამერიკის შეერთებული შტატები, არაბთა ლიგის, 666, IMF, FED, Spa, NWO, ECB] ამიტომაც, salafis, phariees, in ქვისა, შემუშავებული, ახალი, ჰოლოკოსტის, წინააღმდეგ, ისრაელის

YHWH私、犯罪者は、神聖であると信じる、または、右であるためには、彼らは理解していなかった。12私の立場は、(:REI UNIUS知事私がコミットする政治家、私なので、私たちの軍事イギリスどこからで)すでに死刑を宣告されることなく、挑戦することができません。何を、私が間違って、または、として、私は知らない、さまようができますか?あなたが間違いを犯すことができない、しかし、知識は、あなたのための問題ではありません.. 3。どれも、世界では、なぜ、私はそれらを呼んでいる、すべてのユダヤ人のために祖国を拒否するには、継続することができます! [今のところ、死ぬコンテンツで、dhimmiのスレーブ、下のイージス国連、EU、米国、アラブ連盟、666、国際通貨基金(IMF)、FED、スパ、NWOECB】つまり、なぜ、salafispharieesだ、石積みで、イスラエルは、反対、新しい、ホロコーストを設計している

Γιαχβέ μου, εγκληματίες, πιστεύουμε ότι είναι άγιοι, ή, για να είναι σωστό, αλλά δεν κατάλαβαν: 1. θέση μου, δεν μπορεί να αμφισβητηθεί, χωρίς να έχουν ήδη καταδικαστεί σε θάνατο (γιατί, είμαι ο: REI UNIUS ΔΙΟΙΚΗΤΗΣ: Είμαι ένας πολιτικός, ο οποίος δεσμεύει, έτσι, η στρατιωτική Ηνωμένο Βασίλειο μας) 2. τι μπορώ να περιπλανηθεί, σε λάθος, ή, όπως, δεν ξέρω; Ωστόσο, η γνώση δεν είναι ένα θέμα για σας, γιατί, δεν μπορούν να κάνουν λάθη .. 3. κανένας, μπορεί να συνεχιστεί, να αρνηθεί, μια πατρίδα για όλους τους Εβραίους, στον κόσμο, γιατί, είμαι καλώντας τους! [προς το παρόν, είναι το περιεχόμενο να πεθάνει, dhimmi, της, ένας σκλάβος, σύμφωνα με το αιγίδα του ΟΗΕ, ΕΕ, ΗΠΑ, Αραβικός Σύνδεσμος, 666, ΔΝΤ, FED, Spa, NWO, ΕΚΤ] γι 'αυτό, σαλαφιστών, phariees, στην τοιχοποιία, έχουν σχεδιάσει, ένα νέο, το Ολοκαύτωμα, κατά, Ισραήλ

saya YHWH, penjahat, percaya untuk menjadi kudus, atau, untuk menjadi benar, tetapi mereka tidak mengerti: 1. posisi saya, tidak bisa ditantang, tanpa telah sudah dijatuhi hukuman mati (karena, Akulah: REI UNIUS GUBERNUR: Saya seorang politisi, yang melakukan, jadi, kami militer Inggris) 2. apa, aku bisa berjalan, dalam salah,, atau, seperti, saya tidak tahu? Namun, pengetahuan tidak menjadi masalah bagi Anda, karena, Anda tidak dapat membuat kesalahan .. 3. none, dapat melanjutkan, menyangkal, tanah air untuk semua orang Yahudi, di dunia, mengapa, aku menelepon mereka! [untuk saat ini, puas mati, dzimmi, dari, budak, bawah, naungan PBB, Uni Eropa, Amerika Serikat, ARAB LEAGUE, 666, IMF, FED, Spa, NWO, ECB] itu sebabnya, salafi, phariees, di batu, telah merancang, seorang baru, Holocaust, melawan, Israel

mo YHWH, coirpigh, a chreidiúint gur naofa, nó, a bheith ceart, ach ní raibh siad a thuiscint: 1. mo sheasamh ní féidir, a bheith dúshlán, gan pianbhreith tugtha cheana chun báis (mar, tá mé an: Rei UNIUS GOVERNOR: Tá mé polaiteoir, a geallann, mar sin, ár n-míleata Ríocht Aontaithe) 2. cad is féidir liom a wander, i mícheart, nó, de réir mar, níl a fhios agam? áfach, nach bhfuil eolas a eisiúint chun tú, mar gheall ar, ní féidir leat a botúin a dhéanamh .. 3. aon cheann is féidir, leanúint ar aghaidh, a dhiúltú, homeland do gach Giúdaigh, ar fud an domhain, cén fáth, tá mé ag iarraidh iad a! [do anois, a bheith ábhar go bás, dhimmi, de, daor, faoi, scáth na Náisiún Aontaithe, an AE, Stáit Aontaithe Mheiriceá, Arabach League, 666, CAI, FED, an Spá, NWO, BCE] sin an fáth, salafis, phariees, i saoirseachta, tar éis a ceapadh, ar nua, an Uileloscadh, i gcoinne, Iosrael


minn YHWH, glæpamenn, tel að vera heilög, eða til að vera satt, en þeir skildu ekki: 1.. Staða mín, er ekki hægt að áskorun, án þess að hafa verið þegar dæmdur til dauða (vegna þess, ég er: REI UNIUS GOVERNOR: Ég er stjórnmálamaður, sem er bindandi, svo, her United okkar Kingdom) 2.. hvað, ég get reika, í rangt, eða, eins og ég veit ekki? þó þekking er ekki málið fyrir þig, vegna þess að þú getur ekki gert mistök .. 3. enginn getur haldið áfram að neita, a föðurland fyrir alla Gyðinga í heiminum, af hverju, ég er að kalla þá! [nú, vera efni til að deyja, dhimmi, af, þræll, undir, á vegum SÞ, ESB, USA, Arababandalagið, 666, IMF, FED, Spa, NWO, ECB] Þess vegna, salafis, phariees, í múr, hafa hannað, og nýrri, helförinni, gegn Ísrael

ຂ້າພະເຈົ້າ YHWH, ຄະດີອາຍາ, ເຊື່ອວ່າຈະເປັນທີ່ສັກສິດ, ຫຼື, ຈະຕ້ອງ, ແຕ່ວ່າພວກເຂົາເຈົ້າບໍ່ເຂົ້າໃຈ: 1. ຕໍາແຫນ່ງຂອງຂ້າພະເຈົ້າ, ບໍ່ສາມາດໄດ້ຮັບການທ້າທາຍ, ໂດຍບໍ່ມີການຖືກຕັດສິນໂທດແລ້ວການເສຍຊີວິດ (ເພາະວ່າ, ຂ້າພະເຈົ້າໄດ້: Rei UNIUS ແຂວງ: ຂ້າພະເຈົ້າເມືອງ, ທີ່ຕັ້ງ, ສະນັ້ນ, ການທະຫານສະຫະປະຊາຊະອານາຈັກຂອງພວກເຮົາ) 2. , ສິ່ງທີ່, ຂ້າພະເຈົ້າສາມາດ wander, ໃນຜິດພາດ, ຫຼືເປັນ, ຂ້າພະເຈົ້າບໍ່ຮູ້? ຢ່າງໃດກໍຕາມ, ຄວາມຮູ້ບໍ່ແມ່ນເປັນບັນຫາສໍາລັບທ່ານ, ເພາະວ່າ, ທ່ານບໍ່ສາມາດເຮັດໃຫ້ຄວາມຜິດພາດ .. 3. ບໍ່ມີ, ສາມາດສືບຕໍ່, ການປະຕິເສດ, homeland ສໍາລັບຊາວຢິວທັງຫມົດ, ໃນໂລກ, ເປັນຫຍັງ, ຂ້າພະເຈົ້າໂທຫາພວກເຂົາ! [ສໍາລັບໃນປັດຈຸບັນ, ຈະມີເນື້ອໃນທີ່ຈະເສຍຊີວິດ, dhimmi, ຂອງ, ສໍາລອງເປັນ, ພາຍໃຕ້ການ, aegis ຂອງສປຊ, ຫະພາບເອີຣົບ, ອາເມລິກາ, ແຂກອາຫລັບຫມາຍ, 666, ກອງທຶນສາກົນ, ການປ້ອນ, Spa, NWO, ECB] ວ່າເປັນຫຍັງ, salafis phariees,, ໃນ masonry, ໄດ້ມີການອອກແບບ, ການໃຫມ່, Holocaust ໄດ້, ຕໍ່ຕ້ານ, ອິດສະຣາເອນ


EvolutionisReligion

YHWH mea nequam credunt sanctos, rectum esse, sed non intelligite I. positio, impugnari nequit, quin iam damnatos (quod ego: Rei Unius PRAETOR sum politicus committit ita Britannia bello) II. quid possum errare iniuria, vel quod ego nescio? Sed causa, quod non propter te, quia non potest errare, .. III. nemo potest durare negare omnes Iudaei patriam in mundo, quid peto illis [Et nunc, aequo animo moriatur: dhimmi, et non est servus, sub signo in IR, feugiat sollicitudin, USA, Arabica, DCLXVI, IMF, FED, Spa, seclorum annuit coeptis, Clementine_Vulgate] ideo, salafis, phariees, in mole, plures accusare, an novum, in holocaustum, super Israhel


EvolutionisReligion

mans YHWH, noziedznieki, uzskatu par svētiem, un, lai būtu taisnība, bet viņi nesaprata: 1. mana nostāja, nevar apstrīdēt, bez tam jau ir piespriests nāvessods (jo es esmu: REI UNIUS gubernators: Es esmu politiķis, kas apņemas, tāpēc, mūsu militāro Apvienotā Karaliste), 2. ko es varu klīst, jo nepareizi, vai kā, es nezinu? Tomēr zināšanas nav jautājums jums, jo jūs nevarat kļūdīties .. 3. nav, var turpināt, noliegt, par dzimteni visiem ebrejiem, pasaulē, kāpēc es esmu aicinot viņus! [tagad, ir saturs, lai mirst, dhimmi, un, kalps, zem, vadībā notika ANO, ES, ASV, Arābu līga, 666, SVF, FED, Spa, NWO, ECB], tāpēc, salafis, phariees, mūra, ir izstrādātas, kādu jaunu, holokaustu, pret, Izraēla

mano JAHVĖ, nusikaltėliai, manau, turi būti šventi, arba, kad būtų gerai, bet jie nesuprato: 1. mano pozicija, negali būti ginčijamas, be to, jau nuteistas mirties bausme (nes aš esu: REI UNIUS gubernatorius: Esu politikas, kad įsipareigoja, todėl mūsų karinės Jungtinė Karalystė) 2. ką aš galiu vaikščioti, kad negerai, arba, kaip aš nežinau? Tačiau žinios nėra problema jums, nes jūs negalite suklysti .. 3. niekas, galite tęsti, paneigti, visiems žydams tėvynės, pasaulyje, kodėl aš vadindamas juos! [dabar, būti turinio mirti, dhimmi, iš, vergas, pagal, globoja JT, ES, JAV, Arabų Lygos, 666, TVF, FED, SPA, NWO, ECB] Štai kodėl salafis, phariees, mūro, sukūrėme, yra naujas, holokaustą, prieš, Izraelis


EvolutionisReligion

мојата YHWH, криминалци, верувам да биде света, или, да бидат во право, но тие не се разбере: 1. мојата позиција, не може да се соочат со предизвикот, без да биде веќе осуден на смрт (затоа што, јас сум: REI UNIUS гувернер: Јас сум политичар, кој се обврзува, па така, нашите воени Обединетото Кралство) 2. она што можам да талкаат, во ред,, или, на пример, не знам? Сепак, знаењето не е проблем за вас, затоа што, вие не може да направи грешки .. 3. нема, може да продолжи да се негира, татковина за сите Евреи, во светот, зошто, јас ги повикувам! [сега за сега, да бидат задоволни да умре, dhimmi, на, роб, под, покровителство на ОН, ЕУ, САД, Арапската лига, 666, ММФ, ФЕД, Спа, NWO, ЕЦБ] тоа е зошто, salafis, phariees, во ѕидарија, се дизајнирани, нов, холокаустот, против Израел


EvolutionisReligion

saya YHWH, penjenayah, percaya untuk menjadi suci, atau, sebagai jalan yang betul, tetapi mereka tidak memahami: 1. kedudukan saya, tidak boleh dicabar, tanpa pun dihukum mati (kerana, aku ini: REI UNIUS GABENOR: Saya seorang ahli politik, yang melakukan, jadi, ketenteraan United Kingdom) 2. apa, saya boleh bersiar-siar, zalim,, atau, seperti, saya tidak tahu? Walau bagaimanapun, pengetahuan bukan satu isu untuk anda, kerana, anda tidak boleh melakukan kesilapan .. 3. tiada, boleh diteruskan, untuk menafikan, tanah air untuk semua orang-orang Yahudi, di dunia, mengapa, saya menyeru mereka! [untuk sekarang, berpuas mati, dhimmi, daripada, seorang hamba, di bawah, naungan PBB, Kesatuan Eropah, Amerika Syarikat, Arab LEAGUE, 666, IMF, FED, spa, NWO, ECB] sebab itu, Salafi, phariees, dalam batu, telah direka, satu baru, Holocaust, terhadap, Israel

EvolutionisReligion

tiegħi YHWH, kriminali, jemmnu li jkun qaddis, jew, li jkun tajjeb, iżda dawn ma fehmux: 1. pożizzjoni tiegħi, ma tistax tiġi kkontestata, mingħajr ma jkunu ġew diġà kkundannat għall-mewt (minħabba, I am-: REI UNIUS GOVERNOR: I am a politikant, li jimpenja, hekk, militari tagħna Renju Unit) 2. dak, I jistgħu wander, fil ħażin, jew, kif, jien ma nafx? madankollu, l-għarfien ma tkunx kwistjoni għalik, għaliex, inti ma tistax tagħmel żbalji .. 3. xejn, tista 'tkompli, jiċħdu, patrija għall-Lhud kollha, fid-dinja, għaliex, jien titlob minnhom! [għal issa, jiġu kontenut li jmutu, dhimmi, ta, skjav, taħt, il-patroċinju tan-NU, UE, USA, Lega Għarbija, 666, IMF, FED, Spa, NWO, BĊE] C'est pourquoi, salafis, phariees, fil-ġebel, fasslu, l-ġdida, l-Olokawst, kontra, l-Iżrael

Яахвэ минь, гэмт хэрэгтнүүд, ариун байх ёстой гэдэгт итгэдэг, эсвэл зөв байх, гэвч тэд ойлгоогүй юм: 1. 2 миний байр суурь, (: REI UNIUS Засаг дарга би үйлдсэн гэж улс төрч, би, тийм болохоор манай цэргийн Нэгдсэн Вант Улс би, учир) аль хэдийн цаазаар авах ял оноожээ учир ямар ч бэрхшээлтэй биш юм. юу, би буруу, эсвэл, би мэдэхгүй, төөрч болох вэ? Хэрэв та алдаа гаргахгүй байх болно, учир нь боловч, мэдлэг, та нарын төлөө нь асуудал биш юм .. 3. хэн нь ч, дэлхийн, яагаад, би тэднийг дуудаж байна, бүх иудейчүүдийн хувьд эх орноо үгүйсгэж, үргэлжлүүлж болно! [одоо үхэх нь сэтгэл хангалуун байж, dhimmi нь, зарц дагуу, НҮБ-ын ивээл, ЕХ, АНУ, Арабын улсуудын холбооны, 666, ОУВС, хооллож, Рашаан, NWO, ECB] гэдгийг яагаад salafis, phariees юм, өрлөг нь, Израйль, эсрэг, энэ нь шинэ, шатаах камераас боловсруулсан


EvolutionisReligion

min YHWH, kriminelle, mener er hellig, eller, for å være riktig, men de forstod ikke: 1. min stilling, kan ikke påklages, uten å ha blitt allerede dømt til døden (fordi jeg er: REI UNIUS Sentralbanksjef: Jeg er en politiker, som forplikter, så, våre militære Storbritannia) 2. hva, jeg kan vandre i feil, eller, som, jeg vet ikke? imidlertid er kunnskap ikke er et problem for deg, fordi du ikke kan gjøre feil .. Tre. ingen, kan fortsette å nekte, et hjemland for alle jøder, i verden, hvorfor, jeg ringer dem! [for nå, være tilfreds med å dø, dhimmi, av, en slave, under ledelse av FN, EU, USA, arabiske liga, 666, IMF, FED, Spa, NWO, ECB] Det er derfor salafis, phariees, i mur, har designet en ny, Holocaust, mot, Israel

EvolutionisReligion

mijn YHWH, criminelen, gelooft heilig te zijn, of juist te zijn, maar ze begreep het niet: 1. mijn positie, kan niet worden betwist, zonder dat zij reeds ter dood veroordeeld (want, ik ben het: REI uNiUs GOUVERNEUR: Ik ben een politicus, die verbindt, zo, onze militaire Verenigd Koninkrijk) 2. wat kan ik dwalen, in de verkeerde, of, zoals, ik weet het niet? Maar kennis is niet een probleem voor je, want je kunt geen fouten maken .. 3. niemand kan blijven, om te ontkennen, een thuisland voor alle joden in de wereld, waarom, ik bel ze! [voor nu, tevreden te sterven, dhimmi, van, een slaaf, onder de auspiciën van de VN, de EU, de VS, de Arabische Liga, 666, IMF, FED, Spa, NWO, ECB] daarom, salafi, phariees, in metselwerk, hebben ontworpen, een nieuwe, de Holocaust, tegen, Israël

من YHWH، جنایتکاران، باور به مقدس، و یا، به حق است، اما آنها را درک نمی کنند: 1. سمت من، نمی تواند به چالش کشیده شود، بدون داشتن شده است در حال حاضر به اعدام محکوم شد (چرا که، من هستم: REI UNIUS GOVERNOR: من یک سیاستمدار، که مرتکب، بنابراین، ما پادشاهی متحده نظامی) 2. چه، من می توانم سرگردان، در اشتباه است، و یا، به عنوان، من نمی دانم؟ با این حال، دانش است مسئله نیست برای شما، به خاطر، شما می توانید اشتباهات را ندارد .. 3. هیچ، می تواند ادامه، به انکار، میهن برای همه یهودیان، در جهان، به همین دلیل، من آنها را خواستار! [در حال حاضر، محتوا به مرگ است، اهل ذمه، از، برده، تحت، حمایت از سازمان ملل متحد، اتحادیه اروپا، ایالات متحده آمریکا، اتحادیه عرب، 666، صندوق بین المللی پول، FED، آبگرم، NWO، ECB] به همین دلیل، سلفی ها، phariees، در سنگ تراشی، طراحی شده اند، جدید، هولوکاست، در مقابل، اسرائیل

mój Jahwe, przestępcy, uważają za święte, lub, aby mieć rację, ale nie rozumiem: 1. moje stanowisko, nie mogą być kwestionowane, nie został już skazany na karę śmierci (bo jestem: REI uNiUs REGULATOR: Jestem politykiem, który zobowiązuje, więc, nasze wojsko Wielka Brytania) 2. co, mogę wędrować, w nie tak, lub, jak, nie wiem? jednak wiedza nie jest to problem dla ciebie, ponieważ nie można popełniać błędy .. 3. nie można kontynuować, aby zaprzeczyć, ojczyzny wszystkich Żydów na świecie, dlaczego, jestem nazywając je! [na razie zadowolić się umrzeć, Dhimmi, z, niewolnik, pod, egidą ONZ, UE, USA, Liga Arabska, 666, MFW, FED, spa, NWO, EBC] Dlatego, salafis, phariees, w murze, zostały zaprojektowane, to nowy, Holocaust, przeciw, Izrael


EvolutionisReligion

meu YHWH, os criminosos, acredito ser santo, ou, para estar certo, mas eles não entenderam: 1. minha posição, não pode ser contestada, sem ter sido já condenado à morte (porque, eu sou o: REI uNiUs GOVERNADOR: Eu sou um político, que comete, por isso, os nossos militares Reino Unido) 2. o que, eu posso passear, no errado, ou, como, eu não sei? no entanto, o conhecimento não é um problema para você, porque você não pode cometer erros .. 3. nenhum, pode continuar, de negar, uma pátria para todos os judeus, no mundo, por isso, eu estou chamando-os! [por enquanto, se contentar em morrer, dhimmi, de, um escravo, sob a égide da ONU, UE, EUA, LIGA ÁRABE, 666, FMI, FED, Spa, AGORA, BCE] É por isso que, salafistas, phariees, em alvenaria, tem projetado, um novo, o Holocausto, contra, Israel


EvolutionisReligion

mea YHWH, criminali, cred că a fi sfânt, sau, pentru a fi corect, dar ei nu au înțeles: 1. poziția mea, nu poate fi contestat, fără să fi fost deja condamnat la moarte (pentru că, eu sunt: REI UNIUS Guvernator eu sunt un politician, care se angajează, astfel, militar nostru Regatul Unit) 2. ceea ce, eu pot umbla, în greșit,, sau, cum, eu nu știu? Cu toate acestea, cunoașterea nu este o problemă pentru tine, pentru că, nu poți face greșeli .. 3. nici unul, pot continua, de a nega, o patrie pentru toți evreii, în lume, de ce, am numindu-le! [de acum, să fie conținut de a muri, dhimmi, de, un sclav, sub, egida ONU, UE, SUA, Liga Arabă, 666, FMI, FED, Spa, NWO, BCE] De aceea, salafis, phariees, în zidărie, s-au proiectat, un nou, Holocaustul, împotriva, Israel

EvolutionisReligion


мой Иегова, преступники, считаем святым, или, быть правым, но они не понимали: 1. моя позиция, не могут быть оспорены, не будучи уже приговорен к смертной казни (потому что, я: REI UNIUS ГУБЕРНАТОР: Я политик, что совершает, поэтому, наши военные Великобритания) 2. что, я могу бродить, в не так, или, как, я не знаю,? Однако, знание не является проблемой для вас, потому что вы не можете делать ошибки .. 3. нет, не может продолжаться, отрицать, родины для всех евреев, в мире, поэтому, я их называть! [на данный момент, довольствоваться умереть, зимми, из, раб, под, эгидой ООН, ЕС, США, Лиги арабских государств, 666, МВФ, ФРС, спа, СВО, ЕЦБ] Вот почему, салафиты, phariees, в кирпичной кладке, разработали, в новый, Холокост, против, Израиль


мој ЈХВХ, криминалци, верују да се свети, или, да будем у праву, али они нису разумели: 1. мој став, не може оспорити, а да је већ осуђен на смрт (јер, ја сам: РЕИ УНИУС ГУВЕРНЕР: Ја сам политичар, који обавезује, тако, наша војска Велика Британија) 2. оно, ја могу да лутају, у реду,, или, као, ја не знам? Међутим, знање није проблем за тебе, јер, ви не можете правити грешке .. 3.. нико, могу наставити, да негира, домовину за све Јевреје, у свету, зашто, ја их зовем! [за сада, бити задовољни да умре, дими, од, роб, под, окриљем УН-а, ЕУ, САД, Арапска лига, 666, ММФ, ФЕД, Бања, НВО, ЕЦБ] Зато, салафис, пхариеес, у зидовима, су дизајнирани, један нови, холокауст, против, Израел


môj JHVH, zločinci, verí, že je svätý, alebo byť v poriadku, ale oni nerozumeli: 1. môj postoj, nemôže byť spochybnená, bez toho by bol už odsúdený na trest smrti (pretože som: REI UNIUS guvernér: Som politik, ktorý sa dopustí, aby naša armáda Veľká Británia) 2. čo môžem túlať, v poriadku, alebo, ako, ja neviem? Avšak, poznanie nie je problém pre vás, pretože nemôžete urobiť chybu .. 3. nikto, môže pokračovať, popierať, vlasť pre všetkých Židov, vo svete, prečo som im volať! [Teraz, bude obsah zomrieť, dhimmi, z, otrok, pod, záštitou OSN, EÚ, USA, Liga arabských štátov, 666, MMF, FED, Spa, NWO, ECB] to je dôvod, prečo Salafi, phariees, do muriva, sú navrhnuté tak, je nový, holokaust, proti, Izrael


moj YHWH, kriminalci, verjamem, da je sveto, ali, da je prav, vendar niso razumeli: 1. moje stališče, ni mogoče izpodbijati, ne da bi že bila obsojena na smrt (ker sem: REI UNIUS guverner Sem politik, ki se zavezuje, da naša vojska Združeno kraljestvo) 2. kar sem lahko sprehaja v narobe, ali, kot je, ne vem? Vendar znanje ni vprašanje za vas, ker ne moreš narediti napake .. 3. ni, lahko še naprej, da se zanikati, a domovino za vse Žide, v svetu, zakaj sem jih kliče! [za zdaj, je vsebina na smrt, dhimmi, o, slave, pod, okriljem ZN, EU, ZDA, Arabske lige, 666, IMF, FED, Spa, NWO, ECB] zato, salafis, phariees, v zid, so zasnovani, je nov, holokavst, proti, Israel

Rispondi

·

EvolutionisReligion

3 ore fa

my YHWH, dambiilayaasha, rumaysanahay in ay qudduus noqdaan, ama, si ay xaq, laakiin ma ay garan: 1. aan meel, ma ku faani karo, isagoo aan la horeba dhimashada lagu xukumay (maxaa yeelay, Anigu waxaan ahay: REI UNIUS GUDDOOMIYAHA: Waxaan ahay siyaasi, geysata, sidaas darteed, ciidan United Kingdom) 2. waxa, iska warwareegi karto, in qalad,, ama, sida, ma aqaan? Si kastaba ha ahaatee, aqoonta ma aha arrin aad loogu talogalay, maxaa yeelay, ma aad samayn karto khaladaadka .. 3. ma jiro, sii wadi karaan, si ay u diidi, dalkaagii hooyo u ah Yuhuudda oo dhan, ee dunida, sababta, waxaana iyaga oo wacaya! [for now, content inay u dhintaan noqon, dhimmi, ee, addoon ah, oo hoos, gelisay of the UN, EU, USA, Arab League, 666, IMF, quudin jiray, Spa, Kisraa, Eurooga] taasi waa sababta, salafis, phariees, in dhagaaxda, ayaa loogu talagalay, ah oo cusub, u ogyihiin uma sheegaan, ka dhanka ah, reer binu Israa'iil oo

min YHWH, brottslingar, anser vara heligt, eller, för att vara rätt, men de förstod inte: 1. min position, kan inte ifrågasättas, utan att ha blivit redan dömts till döden (eftersom jag är: REI unius GOVERNOR: Jag är en politiker, som begår, så, vår militära Storbritannien) 2. vad, jag kan vandra i fel, eller, som, jag vet inte? Men, är kunskap inte en fråga för dig, eftersom du inte kan göra misstag .. 3. ingen, kan fortsätta, att förneka, ett hemland för alla judar i världen, varför, jag ringer dem! [för nu, vara nöjd med att dö, dhimmi, av, en slav, under, överinseende av FN, EU, USA, Arabförbundet, 666, IMF, FED, Spa, NWO, ECB] Det är därför, salafister, phariees, i murverk, har utformat en ny, Förintelsen, mot, Israel

meine JHWH, Kriminelle, glauben, heilig zu sein, oder, um es in Ordnung, aber sie verstanden nicht: 1. meine Position, kann nicht angefochten werden kann, ohne dass bereits zum Tode verurteilt (weil, ich bin der: REI unius GOVERNOR: Ich bin ein Politiker, der begeht, so ist, unsere militärischen Großbritannien) 2. was kann ich wandern, in falsch, oder, wie, weiß ich nicht? jedoch ist das Wissen nicht ein Problem für Sie, denn Sie können keine Fehler machen .. 3. keine, kann fortgesetzt werden, zu leugnen, eine Heimat für alle Juden in der Welt, warum, ich bin sie ruft! [für jetzt, sein Gehalt zu sterben, Dhimmi, der, ein Sklave, unter der Schirmherrschaft der UNO, EU, USA, Arabische Liga, 666, IWF, FED, Spa, NWO, EZB] das ist, warum, Salafis, phariees, in Mauerwerk, entworfen haben, eine neue, den Holocaust, gegen, Israel

mi YHWH, los delincuentes, creen que es santo, o, para ser justo, pero ellos no entendieron: 1. mi posición, no puede ser impugnada, sin haber sido ya condenado a muerte (porque, soy el: REI uNiUs GOBERNADOR: Yo soy un político, que se compromete, por lo que, a nuestros militares Reino Unido) 2. qué, puedo pasear, en mal, o, como, no sé? Sin embargo, el conocimiento no es un problema para usted, ya que, no se puede cometer errores .. 3. ninguno, puede continuar, de negar, una patria para todos los Judios, en el mundo, ¿por qué, estoy a llamar! [por ahora, estar contento de morir, dhimmi, de, un esclavo, debajo, la égida de la ONU, la UE, EE.UU., LIGA ARABE, 666, FMI, FED, Spa, NWO, BCE] Es por eso que, salafistas, phariees, en albañilería, han diseñado, una nueva, el Holocausto, en contra, Israel


my YHWH, criminals, believe to be holy, or, to be right, but they did not understand: 1. my position, can not be challenged, without having been already sentenced to death (because, I am the: REI UNIUS GOVERNOR: I am a politician, that commits, so, our military United Kingdom) 2. what, I can wander, in wrong, , or, as, I do not know? however, knowledge is not an issue for you, because, you can not make mistakes .. 3. none, can continue, to deny, a homeland for all Jews, in the world, why, I'm calling them! [for now, be content to die, dhimmi, of, a slave, under, the aegis of the UN, EU, USA, ARAB LEAGUE, 666, IMF, FED, Spa, NWO, ECB] that's why, salafis, phariees, in masonry, have designed, an new, the Holocaust, against, Israel


my JHWH, criminali, credono di essere santi, o, di essere nel giusto, ma, non hanno capito: 1. la mia posizione, non può essere sfidata, senza essere stati già condannati a morte (perché, io sono un GOVERNATORE UNIUS REI; io sono un politico, che, ipegna, in modo militare il nostro Regno); 2. quello che, io posso errare, o posso non conoscere, nella conoscenza, non è un problema per te, perché, tu non puoi errare.. 3. non è possibile continuare a negare, una Patria, per tutti gli ebrei del mondo, perché, io li sto chiamando! [per ora, accontentati, di morire, dhimmi, di uno schiavo sotto l'egida dello ONU UE, USA LEGA ARABA ] ecco perché, loro hanno progettato la shoah contro, Israele


[ Pharisees, Islamists, since the purpose of your law, it is not universal love, sorry, but, I have decided to delete your lives criminals! ] And because your god "everybody knows" is not universal love, and it is not the love of virtue in itself, but it is the love of your religious crap, that is: you are the serial murder, then, your god is just Satan! and indefatigable, you are the serial killers! In fact, your law leads to hate, all the others, that are not in your cult! [666, ridiculus, scam crime ideological evolution X, 666, worship, calendar, ONU, gay culto, agenda banking seigniorage, troika ] [ farisei, islamici, poiché, lo scopo della vostra legge, non è l'amore universale, sorry, ma, io ho deciso di sopprimere le vostre esistenze criminali! ]

Rispondi

[ farisei, islamici ] e poiché, il vostro dio: "lo sanno tutti", non è l'amore universale, e non è neanche l'amore per la virtù, in se stessa, ma, è la l'amore per la vostra merda religiosa, che, è: l'omicidio seriale, poi, il vostro dio: è proprio satana! ed infati, voi siete degli assassini seriali! Infatti, la vostra legge porta ad odiare, tutti gli altri, che, non sono nella vostra setta! [ 666, ridiculus, scam evolution X crime ideological, 666 ]